Loving Marylin: allo Spazio 7 di Galleria Magenta la personale di Valentino Marra

    171

    MAGENTA –  Una  mostra personale gioiello, firmata dall’artista VALENTINO MARRA. Si tratta di LOVING MARYLIN, un’esposizione concentrata cheripropone l’icona della diva omonima, figura eletta a mito della popculture, sotto una luce differente, aprendo uno squarcio sullo scenario di una vita di corsa, ingabbiata dalla fama. L’obiettivo è quello di affermare un’esigenza di riscatto: un invito a ritrovare uno spazio indispensabile di felicità, oblio, libertà. Tutto questo mediante una pittura lenta e meticolosa, contraria a ogni imperativo di efficiente produttività. Il simbolo eternizzato dalla Pop Art torna quindi a essere materia prima su cui lavorare, una sorta di traghettamento dalla realtà materiale della modernità a una nuova vitalità, che combatte per svincolarsi dai limiti imposti dalla macchina della notorietà. Il risultato è una Marilyn soffusa, ritratta con sottili velature di colore, con richiami sgargianti come nella migliore tradizione pop, ma anche con colori, carichi di luce a tal punto da deformare lo spazio pittorico, fino a liberarla da qualsiasi influenza della realtà percepita per farsi espressione di qualcosa di universale.

    Valentino Marra, pittore del 1956, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Lecce. Ha partecipato a qualificate mostre personali e collettive in diverse città italiane e straniere dal 1980 in poi. Le sue Madonne dominano gli altari di alcune delle cappelle private più prestigiose del Salento. Le sue opere sono presenti nelle più importanti fiere d’arte contemporanea nazionali ed estere. Tra le ultime esposizioni, quella personale – tenutasi  presso il Palazzo della Comunità ad Orta San Giulio – è stata oggetto di un’importante monografia, Valentino Marra -Dreams on Canvas, edita da Silvana Editoriale e  curata dal critico d’arte Francesca Franco; il volume, tradotto in numerose lingue e distribuito nelle librerie e nei bookshop dei più importanti musei e gallerie d’arte del mondo,  presenta i più significativi dipinti dell’artista.
    I dipinti, dedicati, soprattutto, a icone del mondo femminile, da Marilyn Monroe a Diana Spencer, da Sofia Loren a Aung San SuuKyi, fanno oggi parte di importanti collezioni pubbliche e private e riscuotono consensi da importanti critici a livello internazionale.

     

    Articolo precedenteIl Parco del Ticino ‘area chiave’ della biodiversità
    Articolo successivoDomani e domenica gazebata leghista per il presidenzialismo