Lombardia: la sanità privata dona materiale medico anti Covid a Cuba

172

 

 

MILANO  In Lombardia durante la prima ondata di Covid arrivarono medici e infermieri cubani per aiutare una delle zone piu’ colpite dal virus. “Nessuno dimentichera’ mai i tre mesi in cui sono stati al nostro fianco per combattere il momento piu’ duro della pandemia – ha sottolineato Michele Nicchio, vicepresidente di Aiop, Associazione italiana ospedalita’ privata, giovani Lombardia e Presidente Aiop giovani nazionale –. Per questo, con la donazione coordinata dai giovani di Aiop Lombardia e con il contributo del gruppo San Donato, del Gruppo Gheron e del Gruppo Mantova Salus, abbiamo cercato di restituire un po’ della generosita’ che il popolo cubano ha dimostrato inviandoci i suoi medici e infermieri per aiutarci nella lotta contro il coronavirus”.

Cuba sta vivendo delle difficolta’, come spiegato in una nota, soprattutto per la mancanza di forniture mediche. “Da qui nasce il nostro gesto, supportato logisticamente da Neos Air e da Vector, grazie ai quali in due spedizioni che verranno effettuate il 9 agosto (ieri, nda) e il 23 agosto – ha proseguito – riusciremo a recapitare nell’isola caraibica il materiale medico che abbiamo raccolto e che verra’ ricevuto dal nostro rappresentante, l’ing. Pablo Enrique Herrera Lopez, e da un rappresentante del ministero della sanita’ cubana”.

Articolo precedente8 agosto 1991, 20mila albanesi sbarcano a Bari. L’incredibile ‘gara di solidarietà’.. vinta da Mario Mantovani
Articolo successivoIl tentativo di stupro di Rho, De Corato (FDI): grande sinergia tra forze dell’ordine e Polizie localei