Lombardia Innovativa: premiati sei modelli d’innovazione guidati da eccellenze imprenditoriali (VIDEO)

543

LOMBARDIA – Sei ‘alleanze’ che hanno fatto scuola, sei filiere di eccellenza imprenditoriale in ambiti diversi: da quello alimentare a quello cosmetico, da quello della manifattura avanzata a quello biomedicale, senza dimenticare la sostenibilità.

 

Sei esperienze produttive, sei Modelli Innovativi, con una fondamentale caratteristica in comune: la volontà e capacità di fare rete con il territorio per sfruttare al massimo le potenzialità offerte dal sistema della ricerca in Lombardia.

 

Il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala, assessore all’Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione, insieme al presidente della Fondazione Bassetti Piero Bassetti hanno partecipato all’evento ‘Lombardia Innovativa. Dove il futuro è in anticipo’ e consegnato i premi alle imprese che si sono distinte.

 

‘Abbiamo premiato realtà che hanno saputo istituire – ha commentato il vicepresidente Sala – delle partnership strutturate e continuative con gli atenei lombardi’.

 

‘I nostri riconoscimenti sono andati a realtà che hanno fatto open innovation – ha proseguito – e che sono state in grado di entrare in rapporto con reti di ricerca o di impresa anche a livello internazionale. Questa per noi è la strada giusta per fare trasferimento tecnologico ed accrescere quindi la competitività del nostro territorio’.

 

‘LOMBARDIA INNOVATIVA’ – E’ l’iniziativa rivolta a partenariati attivi e formalizzati composti da soggetti pubblici e privati, guidati da eccellenze imprenditoriali che collaborano fattivamente in ambito ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico (industry driven).

 

 

Ai beneficiari viene attribuito uno specifico logo denominato ‘Lombardia Innovativa’, quale riconoscimento dell’eccellenza dimostrata, e assicurato il coinvolgimento in iniziative e network regionali, nazionali e internazionali.

 

La seconda edizione di ‘Lombardia Innovativa’ (2022/2023) è aperta, c’è tempo fino al 16 gennaio per candidare il proprio modello di innovazione a questo link: https://www.openinnovation.regione.lombardia.it/it/iniziative/lombardia-innovativa

 

I SEI PROGETTI VINCITORI – I sei modelli vincitori della prima edizione di ‘Lombardia Innovativa’ (2020/2021) sono:
– ‘SPATIALs3 Miglioramento delle produzioni agroalimentari e tecnologie innovative per un’alimentazione più sana, sicura e sostenibile’ con capofila l’impresa Flanat Research Italia Srl di Rho (MI);

– ‘Fluidica Intelligente per le Scienze della Vita’ con capofila l’impresa Fluid-o-tech di Corsico (MI);
– ‘JRC MATT – Metal and Transformation Technologies’ con capofila l’impresa A. Agrati Spa di Veduggio con Colzano (MB);

– ‘PerFORM WATER 2030’ con capofila l’azienda CAP Holding Spa di Assago (MI);

– ‘Sistema Cosmetico Lombardo’ con capofila l’azienda REI di Crema (CR);

– ‘Filiera integrata e sostenibile per la produzione di VALvole smart’ con capofila l’impresa ATV Spa di Colico (LC).

 

BANDO ‘RICERCA E INNOVA’ PER SUPPORTO PMI IN APERTURA IL 25 GENNAIO – Nel corso dell’evento ‘Lombardia Innovativa. Dove il futuro è in anticipo’ è stata presentata la misura ‘Ricerca e Innova’, da oltre 27 milioni di euro, per sostenere gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione delle PMI lombarde.

 

‘Ricerca e Innova’ prevede infatti la concessione di un’agevolazione mista, composta in parte da un finanziamento agevolato e in parte da contributi a fondo perduto (in conto capitale), a totale copertura dell’investimento ammissibile di progetto che può andare da un minimo di 80.000 euro fino a un massimo di 1 milione.

 

Il bando aprirà il 25 gennaio 2023.

 

‘Con questa misura – ha dichiarato Fabrizio Sala – vogliamo aiutare le imprese a continuare ad investire in ricerca e innovazione e ad introdurre tecnologie avanzate nel territorio Lombardo. Questo per contribuire a mantenere e migliorare la competitività del tessuto imprenditoriale anche nel mutato contesto economico internazionale, che ha avuto effetti su flussi commerciali, catene di approvvigionamento, prezzi, prospettive di sviluppo e di crescita economica in tutta Europa’.

Finalità dell’intervento è il sostegno a investimenti in ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione di processo (anche digitale) da parte delle PMI lombarde, così da promuovere l’innovazione tecnologica e digitale delle imprese attraverso la progettazione, sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative (nuovi prodotti, processi e modelli organizzativi più sostenibili) dei processi produttivi aziendali nelle aree strategiche individuate da Regione Lombardia.

Articolo precedenteMagenta: nuovo ‘corso’ di Luca Del Gobbo, il Natale si festeggia con i ‘Fratelli Mussulmani’
Articolo successivoBoffalora sopra Ticino: perde il controllo dell’auto sulla SS11 e si schianta contro una pianta