“Lombardia in Natura”. È uscito il primo volume della collana “Italia in natura”. A cura di Irene Bertoglio

340

“Italia in natura” è un progetto ideato da Sergio Negri (Pubblinova Edizioni Negri) che intende illustrare le eccellenze naturalistiche di ogni Regione italiana, a partire dalla Lombardia: «Abbiamo coinvolto nell’iniziativa fotografi naturalisti giovani e meritevoli di attenzione e di supporto, a seguito di una selezione». L’idea di base è quella di promuovere la cultura della fotografia naturalistica grazie alle attività dei soggetti sul campo: «La fotografia di natura in Italia non gode di eccellente salute, soprattutto dopo l’avvento del digitale; si devono superare degli scogli a livello culturale e per far questo valorizzare i giovani è indispensabile. Sono le giovani leve che tengono in mano il futuro. Nelle mie intenzioni c’era la volontà di promuovere la cultura fotografica naturalistica attraverso fotografi non conosciuti, da valorizzare perché all’altezza.».

 

Marco Colombo, noto fotografo naturalistico e curatore della collana, spiega: «il mio compito è stato quello di contattare dei fotografi meritevoli e di scegliere gli argomenti da assegnargli secondo le loro abilità e i loro campi di interesse. Mi ha fatto molto piacere dare una mano perché gli autori coinvolti sono davvero bravi: è merito loro se il libro è così bello.». Spiega chi ha realizzato il progetto che non si tratta di una guida naturalistica della Lombardia, avendo il volume una caratteristica più “avvolgente” e variegata: «sono state esplorate aree di particolare interesse montano o di rilevanza, come le zone verdi attorno alle parti di cintura più antropizzate; abbiamo ispezionato il Parco del Ticino, il Parco del Campo dei fiori e il Parco della pineta di Appiano gentile». Nell’opera si è inteso mettere in luce le aree naturali protette, gli ecosistemi, le biodiversità e i relitti glaciali come, ad esempio, la flora endemica lombarda e gli animali bianchi del Parco Nazionale dello Stelvio. Continua Marco Colombo: «abbiamo individuato delle aree di interesse cercando di coprire la Lombardia a livello territoriale. Ci sarebbe moltissimo altro da dire sulla Lombardia, ma il risultato è rappresentativo di ciò che si può trovare nella nostra Regione».

 

 

Dal punto di vista strutturale, il libro è suddiviso in capitoli curati dagli autori, i quali hanno poi scelto delle fotografie, anch’esse selezionate. Ci sono – a titolo di esempio – fotografie di lepri variabili, di invertebrati e di fiori, ma anche immagini subacquee. Queste ultime sono state realizzate anche da Mattia Nocciola, esploratore fluviale: «Sono stato onorato di partecipare a questo progetto sulle bellezze naturali della Lombardia con altri bravissimi fotografi e sono infinitamente grato a Marco Colombo per avermi coinvolto. Credo che il libro sia molto eterogeneo e che offra spunti per incuriosire i lettori sulle ricchezze del nostro territorio».

Per ordinare il libro: info@mattianocciola.com

Sergio Negri è fondatore della Pubblinova Edizioni Negri, casa editrice operante in provincia di Varese, in attività da 32 anni. Pubblica libri fotografici, non solo naturalistici; collabora con la Società Italiana di Caccia fotografica e con l’Associazione Fotografi Naturalisti italiani.

Marco Colombo (FOTO SOTTO), laureato in Scienze Naturali, lavora nell’ambito della divulgazione scientifica e della fotografia naturalistica professionale. La sua grande passione per la natura l’ha portato a diventare uno dei più importanti fotografi naturalisti del panorama nazionale ed internazionale. Recentemente si è riconfermato vincitore al Wildlife Photographer of the Year di proprietà del National History Museum di Londra, il più importante concorso di foto naturalistiche al mondo. È docente di corsi di fotografia naturalistica e di workshop pratici ed è spesso ospite in trasmissioni televisive quali Lineablu e Geo. Ha pubblicato vari libri, l’ultimo lo scorso mese: “Il bosco delle maschere. La vita segreta del tasso” (Pubblinova Edizioni Negri)

 

 

Mattia Nocciola (FOTO IN ALTO), classe 1990, è fotografo subacqueo. Si dedica con passione all’esplorazione degli ambienti fluviali, in particolar modo all’osservazione sul campo della fauna ittica. Con la sua attività cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla conservazione di questi ambienti così delicati e minacciati dalla pressione antropica. Ha realizzato una mostra fotografica dal titolo: “Ticino, vita sommersa” per il Parco del Ticino. Tiene incontri e conferenze sulle tematiche del fiume.

Il suo sito è www.mattianocciola.com

Irene Bertoglio è scrittrice, grafologa, rieducatrice della scrittura e perito grafico-giudiziario. Per anni ha gestito una struttura nell’ambito formativo ed educativo. Ha tenuto e tiene numerosi corsi di aggiornamento e innovativi progetti sperimentali nelle Scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria, soprattutto di prevenzione della disgrafia e di orientamento scolastico e professionale. È autrice di diversi libri, tra cui, con lo psicoterapeuta Giuseppe Rescaldina: “Il corsivo encefalogramma dell’anima”. Dirige la collana editoriale Scripta Manent della casa editrice “La Memoria del Mondo”, di cui è responsabile a livello di ideazione, progettazione e revisione di tutti i testi relativi.  L’autrice è contattabile all’indirizzo psicologiadellascrittura@gmail.com. Il suo sito professionale è www.irenebertoglio.it.

 

Articolo precedentePNRR, il Governatore Fontana: “Essenziale il coinvolgimento delle regioni”
Articolo successivoProgetto da 430 mila euro per un forte ampliamento della video sorveglianza a Verbania