L’ndrangheta brianzola controllava un hotel a Finale Ligure: 4 arresti della Dda di Milano

    17

     

    MILANO Le quattro misure cautelari per estorsione aggravata dal metodo mafioso e usura, emesse questa mattina dalla polizia coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Milano, hanno coinvolto, tra gli altri, Alfonso Pio, figlio e cugino di personaggi di spicco della locale di ‘ndrangheta di Desio, in Brianza.

     

    Pio e i suoi uomini, secondo la ricostruzione degli inquirenti, tra l’aprile e l’agosto del 2018 sarebbero riusciti a prendere il controllo dell’Hotel del Golfo, albergo a 4 stelle di Finale Ligure, in provincia di Savona, entrando in possesso di alcune quote della società attraverso minacce ed estorsioni ai danni dei soci dell’hotel. Tali quote sono ora state sequestrate da parte del gip di Milano, Guido Salvini, con la stessa ordinanza che ha adottato le misure cautelari.

          Agli indagati viene contestato anche un episodio di usura ai danni di un imprenditore brianzolo, consumato tra il novembre 2018 e l’aprile
    2019.
    Articolo precedenteMagenta, l’Auser riparte e sarà attiva per tutta l’estate
    Articolo successivo1 luglio 2020, tris di donne a capo dell’Europa – di Mariarosa Cuciniello