Legnano, la sicurezza in estate: 3 extracomunitari fermati e in via di espulsione

    103

     

    LEGNANO  – Estate tranquilla sulle strade legnanesi e in ambito sicurezza urbana. Lo rivelano i dati della Polizia Locale del comando di corso Magenta che, al termine dell’estate, ha registrato un clima tutto sommato sereno tra le strade cittadine. L’attività estiva è stata particolarmente intensa nell’ambito della  sicurezza stradale. In totale sono state 11 le infrazioni comminate durante il mese di agosto delle quali due per guida di veicolo senza patente perché mai conseguita, due circolazioni di veicolo a motore senza assicurazione, due circolazioni di veicolo a motore senza revisione, una circolazione di veicolo a motore sottoposto a fermo amministrativo, due circolazioni con uso di telefonino alla guida di veicolo, una circolazione senza documenti e un incauto affidamento veicolo a persona senza patente. Nella zona centrale della città sono state comminate 24 infrazioni per sosta vietata.

     

     

     

     

     

     

     

     

    Contestualmente, nella prima metà del mese di agosto, in collaborazione con i Carabinieri del caserma legnanese e gli agenti della Polizia di Stato, sono stati effettuati controlli di sicurezza che hanno portato al fermo di tre cittadini extracomunitari (un nord africano, un sudamericano, una cittadina extra UE) , tutti con numerosi precedenti di polizia,  che sono stati segnalati alla Procura della Repubblica e alla Questura per l’avvio delle procedure di espulsione. Infine sono state effettuate 14 segnalazioni per problematiche di vicinato e antidegrado.

    «L’esito dei controlli effettuati è rassicurante –è il commento dell’assessore alla Sicurezza e Polizia Locale, Maira Cacucci-. Tuttavia, non si deve abbassare la guardia perché il controllo del territorio, per garantire quanto più possibile sicurezza alla cittadinanza, è priorità dell’amministrazione comunale».

    Articolo precedenteMagenta: fuochi d’artificio nella notte in piazza mercato, intervengono i Carabinieri
    Articolo successivoAutonomia: i gruppi del Pd di Lombardia, Veneto ed Emilia vogliono accelerare