Legnano, Fratus si è dimesso da sindaco il 16 maggio. Lo difende Maira Cacucci

    85

     

    LEGNANO –  Il sindaco di Legnano, Gianbattista Fratus, ai domiciliari con l’accusa di corruzione e turbativa d’asta, “ha rassegnato le proprie dimissioni il 16 maggio stesso”, ovvero il giorno dell’arresto.

    Lo rende noto il suo avvocato, Maria Cacucci, che specifica che le dimissioni sono state “comunicate via Pec” all’amministrazione comunale del comune lombardo. Fratus, conclude il legale, “ha fiducia nella giustizia” ed e’ “a disposizione della magistratura per chiarire la propria posizione”.

    Articolo precedenteCorbetta: arriva l’estate (forse) e il menu Pausa Pranzo di Sherbet “raddoppia”
    Articolo successivoMagenta, ladri a Pontevecchio: disturbati dai vicini di casa fuggono a mani vuote