Legnano: ennesima ordinanza antidegrado in via De Gasperi. E’ la settima….

    44

    LEGNANO –   Settima ordinanza per salvaguardare la quiete dei residenti di via De Gasperi. Questa mattina, venerdì 20 aprile, il sindaco di Legnano Gianbattista Fratus, ha firmato l’ennesima ordinanza “contingibile e urgente” di chiusura anticipata di due esercizi commerciali della zona per ripristinare l’ordine pubblico in via Alcide De Gasperi, nel tratto compreso tra le vie Della Vittoria e Bixio angolo via del Gigante. L’ordinanza è stata emessa dopo che, al comando della Polizia Locale di corso Magenta, sono pervenuti numerosi esposti da parte dei cittadini residenti «esasperati da fenomeni di insicurezza urbana» giunti al comando di corso Magenta grazie al portale del cittadino, lo strumento di segnalazione attivo nel Comune di Legnano, e alla rete di “Controllo del vicinato”.

    L’ordinanza impone a due esercizi commerciali situati nella via (una rosticceria turca e un bar gestito da cittadini di nazionalità cinese) la chiusura anticipata delle attività al fine di tutelare la sicurezza e il quieto vivere dei residenti della zona. In particolare, per la rosticceria turca la chiusura è stata anticipata alle 20,30 da lunedì al giovedì, e alle 21 nei giorni da venerdì a domenica e nei giorni festivi; per il bar, invece, la chiusura è stata anticipata alle 20,30 tutti i giorni della settimana.

       Nonostante il ricorso dei legali dei due esercizi commerciali, l’ordinanza è stata emessa poiché la situazione nella zona era tornata alla normalità proprio in virtù di un’altra ordinanza, la 427 del 14 novembre 2016 (scaduta il 31 dicembre dello scorso anno) che aveva imposto ai esercizi commerciali la chiusura anticipata dell’attività alle 20 tutti i giorni della settimana.

    Ordinanza che era riuscita nell’intento di riportare la serenità tra i residenti e ad azzerare fenomeni quali risse, presenza di persone in stato di ubriachezza, consumo di bevande alcoliche per strada, schiamazzi notturni e degrado urbano in generale. L’ultima ordinanza, inoltre, prevede il divieto di vendita di bevande alcoliche da asporto dalle 20 tutti i giorni della settimana e avrà valore fino al prossimo 31 ottobre.

    Articolo precedenteOasi WWF Vanzago: la liberazione dei rapaci
    Articolo successivoFondazione Ticino Olona rilancia la cultura del dono