Lega primo partito anche a Legnano, nonostante l’ultimo terremoto politico

    111

    LEGNANO –  Sicuramente meritevole d’interesse il dato legnanese di queste elezioni europee. La città del Carroccio, come è noto, è stata letteralmente sconvolta dal terremoto politico giudiziario che ha portato all’arresto del sindaco GB Fratus, del suo vice Cozzi e dell’assessore Lazzarini.

    Anche qui comunque nella città simbolo del Carroccio la Lega ha tenuto ottenendo il 37,90% dei consensi. Un risultato certamente un po’ più basso della media territoriale ma che comunque la conferma al primo posto. In ripresa il PD che è salito sopra al 25%.

    Esce letteralmente con le ossa rotte a Legnano Forza Italia. Il partito del vice sindaco Cozzi che un tempo veleggiava vicino al 40% è sceso all’8,61%. E’ uno dei dati peggiori in assoluto che l’avvicina molto a Fratelli d’Italia al 6,80%.

    Restando lungo l’asse del Sempione in quel di Parabiago, la Lega conferma l’effetto boom con il 45,19% dove  peraltro conferma con il sindaco Raffaele Cucchi. Staccatissimi tutti gli altri. Altri riflessioni interessanti ci permettono di fare alcuni Comuni storiche roccaforti del centrosinistra. Vedi Settimo Milanese dove la Lega pur con maggiore fatica si conferma il primo partito al 34,04% e Cornaredo dove arriva al 35,86% con un PD fermo al 27,41%. In entrambi questi comuni dell’asse dell’ex Statale 11 si vota anche per le Amministrative. Nel pomeriggio capiremo che se il trend sarà confermato oppure no.

    F.V.

     

    Articolo precedenteAuto in fiamme, nella notte, a Robecchetto con Induno
    Articolo successivoCrisi Grancasa: questa mattina il presidio di protesta