CronacaNews

Lavori pubblici a Magenta: Orazio Fornaroli ci scrive

"Amo la mia città e mi fa tristezza vederla in queste condizioni"

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO“Spettabile  Redazione, oggi ho letto sul vostro quotidiano on line “qualcosina”  che aveva attinenza con i lavoro pubblici. “Qualcosina” perché i lavori e le cifre indicate mi sono parse proprio ridicole.

Amo la mia città – persino troppo – ma andando in giro per le strade mi fa davvero tristezza vedere in che condizioni sono le strade, le case, la segnaletica, la cartellonistica, le scritte sui muri, il verde ect.

Sentire  il Sindaco che parla di concretezze per gli interventi sul verde pubblico e cita pomposamente quelli in piazza Liberazione,  belli per carità, ma fa semplicemente ridere.  Non ha mai camminato per esempio per tutta la via Roma dove gli stessi vasi rotondi sono privi anche di un minuscolo ramoscello di edera.  In compenso aiutano i fumatori e altri perchè contengono ogni tipo di  immondizia che ASM colpevolmente non toglie. Il trattamento che stanno ricevendo le piantumazioni sono da vero oltraggio! Una volta c’era la presenza dei cosiddetti Verdi che almeno stimolavano certi interventi. Oggi sono forse prevalenti gli anti-verdi, favorevoli all’eutanasia  della piantumazioneinfatti vengono uccisi cespugli, alberelli,  ma anche piante vistose (vedi es. via Fanti, piazza Kennedy, montagnetta scuola Santa Caterina, via Matteotti ect.Si potrebbe fare un lungo elenco.

Mancano fondi veri per le strade dicono. Se l’ufficio tecnico comunale  si preoccupasse di controllare dopo ogni opera svolta dalle solite ENEL, ASM, TELECOM ecc che per contratto dovrebbero lasciare tutto finito a regola d’arte, si potrebbe chiederne il rispetto e quindi il rifacimento a loro spese: in quasi tutte le strade.

Immagine dell città: guardate per esempio la costruzione all’angolo tra la via Cattaneo e la via Roma: non è finita completamente ai bordi bassi, l’Enel ha lasciato cavi pendenti e, come spesso accade a Magenta manca la tinteggiatura. Sono casi assai frequenti.

Credo di averlo citato altre volte: senza spendere nulla il nostro Comune potrebbe fare tante cose:  Perché non ci pensano a inventariarle?! Ultima segnalazione: prima delle note celebrazioni della battaglia per questa volta a spese (piccole!) del Comune: come piccolo belletto dovrebbe rimuovere le scritte dai muri almeno nelle zone centrali dove transiterà il corteo celebrativo. Grazie per l’attenzione”.

Orazio Fornaroli

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi