Lavori in corso lungo le sponde del Ticino, le modalità di transito lungo le Alzaie del Canale Scolmatore Nord Ovest

    110

    Gli interessati possono chiedere autorizzazione al transito

     

    ABBIATEGRASSO – L’8 maggio AIPO, Agenzia Interregionale Fiume Po, ha iniziato i “Lavori di ripristino difesa spondale sul fiume Ticino alla confluenza con il canale scolmatore di nord-ovest in Comune di Abbiategrasso (MI)”. Il raggiungimento dell’area di cantiere, da parte dell’impresa incaricata e dei mezzi d’opera in transito, avviene attraverso l’alzaia del C.S.N.O. partendo da via Novara con ingresso in via Parodi, pertanto lungo tale percorso argine sinistro del CSNO, AIPO ha posizionato cartello lavori e segnaletica gialla di “sicurezza cantiere” (divieto transito, cancello area di cantiere, ecc.. come previsto dalla normativa). La durata contrattuale dell’appalto è di 150 gg, ma la prima “fase” per la realizzazione della scogliera avrà una durata di circa 30-45 gg e prevede il passaggio di camion per la fornitura di pietrame e di altri automezzi di servizio delle Imprese e del personale della Direzione Lavori. Oltre alla sistemazione spondale del Ticino allo sbocco del Canale attualmente in corso, è prevista la sistemazione del ponte in ferro posto a valle del Salto della Casalina, i cui lavori di messa in sicurezza inizieranno a breve.

    Lungo le alzaie sono state installate inoltre, a valle della strada Prabalò, cinque barriere, di cui due in sostituzione di barriere già esistenti e tre nuove. Inoltre è in corso la sostituzione della segnaletica obsoleta esistente con un incremento di cartelli segnalatori per la sicurezza.

    Per evitare possibili incidenti, nonostante la segnaletica gialla di “SICUREZZA CANTIERE” e i cartelli informativi posizionati lungo tutto l’asse del Canale, è necessaria la collaborazione di tutti e dei cittadini che abitualmente e quotidianamente usufruiscono di tali percorsi anche solo per diletto, pertanto si richiama l’attenzione a rispettare le regole e agire con corretti comportamenti.

    Le strade alzaie del CSNO appartengono al demanio idrico e il transito di mezzi, cicli/motocicli e pedoni è vietato, ad esclusione del transito relativo all’accesso a fondi o proprietà intercluse dalle strade alzaie stesse, se regolarmente autorizzato dall’ufficio competente di Regione Lombardia.

    Si precisa che nessun accesso a fondi/edifici privati o attraversamenti di strade comunali è stato interrotto. In ogni caso, in corrispondenza delle barriere sono stati appesi cartelli informativi per rendere noto che sono a disposizione, presso la casa cantoniera, i moduli per ottenere l’autorizzazione al transito nei tratti che dovessero essere necessari ai privati per raggiungere le aree di proprietà.

    Le domande possono essere trasmesse direttamente alla Regione oppure consegnate presso la casa cantoniera di Abbiategrasso (loc. Poscallone). L’ufficio AIPo di Milano, in accordo con l’Ufficio Territoriale competente di Regione Lombardia, si farà carico di raccogliere i moduli debitamente compilati e di trasmetterli alla Regione (Ufficio Territoriale Regionale Città Metropolitana (Via Fabio Filzi, 22 – Milano Tel.: 02/ 67651 Pec: cittametropolitanaregione@pec.regione.lombardia.it )

    Articolo precedenteLa Sindrome di Rokitansky, l’avvocato Castiglioni e la sua battaglia per i diritti e per il diritto alla salute
    Articolo successivo“Sguardi su Magenta”: un nuovo progetto di promozione turistica.