Lamborghini presenta la Huracàn Tecnica

68


NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – E’ stata presentata in anteprima in Nord America la Huracàn Tecnica. Svelata presso la Lamborghini Lounge di New York, nel cuore del quartiere artistico di Chelsea, ha conquistato gli ospiti nel corso di un evento serale esclusivo. Stephan Winkelmann, Chairman e CEO di Automobili Lamborghini, ha accolto clienti, Vip e media insieme a Rouven Mohr, Chief Technical Officer, Mitja Borkert, Head of Design e Federico Foschini, Chief Marketing and Sales Officer.
“Per me è qualcosa di speciale tornare a New York per presentare il nostro nuovo modello V10 all’interno della nostra Lounge, avamposto Lamborghini negli Stati Uniti concepito per rappresentare in tutti i suoi ambienti il DNA di marca” ha commentato Stephan Winkelmann. “La nuova Huracàn Tecnica incarna l’evoluzione avanzata dell’efficienza tecnica della famiglia Huracàn ed è inoltre dotata di un’aerodinamica straordinaria, capace di offrire maggiori prestazioni, stabilità e facilità d’uso. Queste qualità la rendono un’auto ideale e versatile da guidare sia su strada che su pista. In un’epoca di esperienze virtuali, questa vettura è un omaggio alla purezza tecnica e alla fisicità delle sensazioni e rappresenta un chiaro tributo al motore Lamborghini a combustione interna.”
Il motore della Huracàn Tecnica è derivato dalla Huracàn STO: 640 CV, 30 CV in più rispetto alla Huracàn EVO Rear-Wheel Drive (RWD), gruppo propulsore che eroga 565 Nm di coppia a un massimo di 6500 giri/min. e un’accelerazione più rapida, da 0 a 100 km in 3,2 secondi. Il sistema LDVI, leggero e riadattato, e le modalità di guida perfettamente adattate a ogni condizione, con configurazione specifica delle sospensioni, sterzo diretto posteriore e raffreddamento dei freni innovativo e migliorato consentono al conducente di vivere la Huracàn in ogni occasione. La Huracàn Tecnica sfrutta i suoi talenti per regalare il meglio dei due mondi: una supersportiva versatile e adatta sia alla strada che alla pista. La nuova Huracàn Tecnica rimarrà esposta al pubblico presso il New York International Auto Show dal 15 al 24 aprile.
L’arrivo della Huracàn Tecnica segna una partenza storica per l’anno in cui Lamborghini ha annunciato risultati record per il 2021 in termini di vendite, fatturato e ricavi. Il fatturato ha raggiunto 1,95 miliardi di euro, con un incremento del 19% rispetto al 2020. L’efficienza della gestione, supportata dal lancio di nuovi modelli, ha spinto la profittabilità a un livello mai registrato finora. Il margine operativo è più che raddoppiato rispetto al 2018, raggiungendo il 20,2%, una redditività che si posiziona al livello del comparto del lusso. Questa performance eccellente si traduce in un utile operativo di 393 milioni di euro, in crescita del 49% rispetto al 2020 (264 milioni di euro). Nell’ambito di un piano strategico ambizioso, che prevede il più alto investimento mai stanziato nella storia dell’Azienda (1,8 miliardi di euro per i prossimi cinque anni, totalmente autofinanziati), Lamborghini punta a un obiettivo finanziario per i prossimi anni ancora più sfidante: spingere il livello di redditività tra il 22% e il 25%. Il 2021 è anche stato il miglior anno di sempre a livello commerciale con 8.405 vetture consegnate a livello globale (+ 13% rispetto al 2020). Complessivamente, sono cresciute a doppia cifra tutte e tre le macro-regioni in cui Lamborghini è presente: America (+14%), Asia Pacifico (+14%) ed EMEA (Europa-Middle East e Africa, +12%), in cui sono ripartiti in maniera bilanciata rispettivamente il 34%, il 27% e il 39% dei volumi globali

A fianco della soddisfazione per questi risultati positivi, l’Azienda ha voluto dare un segno concreto di supporto alla popolazione ucraina colpita dalle ultime tragiche vicende. Ha predisposto una donazione di 500.000 euro in favore di UNHCR – l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati – che opera in Ucraina dal 2014. A questo gesto di solidarietà si è aggiunta la decisione di sospendere il business in Russia. Sotto il profilo delle vendite, gli Stati Uniti si sono riconfermati il primo mercato (2.472 unità, +11%), seguiti da Cina (935, + 55%), mercato balzato al secondo posto, Germania (706, + 16%) e Regno Unito (564, + 9%). Anche l’Italia, mercato domestico della Casa del Toro, ha registrato numeri in crescita: + 4%, con un totale di 359 vetture consegnate. In termini di modelli, il successo del Super SUV Urus con 5.021 unità consegnate è stato affiancato da Huracàn, il modello V10, con numeri in forte crescita e 2.586 vetture vendute, grazie al forte traino della Huracàn STO. A queste si sono aggiunte le 798 Aventador, modello V12, consegnate in tutto il mondo.
Nel corso dei prossimi mesi Lamborghini presenterà una ulteriore novità su Huracàn e un’altra sul Super SUV Urus, per poi chiudere la fase dei motori a combustione interna e avviare quella di ibridizzazione con l’arrivo del modello che sostituirà l’Aventador nel 2023. Lamborghini procede quindi solida e spedita verso l’attuazione del suo l’ambizioso programma “Direzione Cor Tauri”, dal nome della stella più luminosa della costellazione del Toro. Annunciato lo scorso anno, si tratta di un percorso verso un futuro elettrico, ma sempre fedele al DNA del marchio e alternato in due fasi. La prima, quale transizione ibrida, prevederà l’introduzione del primo modello con tecnologia ibrida nel 2023 fino alla completa ibridizzazione di tutta la gamma entro il 2024 e l’abbattimento del 50% delle emissioni di CO2. A guidare il processo sarà il più alto investimento nella storia dell’Azienda: 1,8 miliardi di euro stanziati per i prossimi 5 anni. Nella seconda metà del decennio si aprirà l’ultima fase, quella della completa elettrificazione con l’introduzione di un quarto modello full electric, affiancato alla gamma ibrida.
(ITALPRESS).

Articolo precedenteToyota Yaris Cross è World Urban Car 2022
Articolo successivoCovid, 64.951 nuovi casi e 149 decessi in 24 ore