L’allarme del Pd di Corbetta, ‘prosegue la trezzanizzazione della statale 11’

    73

     

    CORBETTA – Non ci sarà entro pochi mesi solo l’ennesimo punto vendita alimentare della grande distribuzione che sta sorgendo al confine con Magenta, a ridosso di Carrefour, Esselunga e Lidl.

    A Corbetta si profila l’apertura di un’altra superficie commerciale lungo la statale 11, mentre quella che si sta costruendo attualmente è formalmente in via Simone da Corbetta, adiacente all’hotel Diamante e quindi non direttamente affacciata sull’arteria di passaggio da Novara a Milano.

    Lo denuncia la sezione cittadina del Partito Democratico, con tanto di grafica che ne individua la esatta localizzazione.

    ‘L’amministrazione comunale ha #venduto per l’ennesima volta un terreno #verde della nostra#bellacorbetta per costruire un’ altra#areacommerciale!

    Tutto ciò avrà conseguenze #allarmanti sul nostro#territorio:

    AUMENTO DELL’ #INQUINAMENTO

    DISTRUZIONE DEL #PAESAGGIO

     UCCISIONE DEL #COMMERCIO CITTADINO

    AUMENTO DEL #TRAFFICO’.

    Questa la nota pubblicata sulla pagina Facebook dei Dem corbettesi. In effetti, ormai, la macro area che va Cornaredo a Magenta, sostanzialmente, si sta progressivamente trasformando in qualcosa di molto simile al tratto della 494 da Gaggiano e Trezzano sino alla periferia sud di Milano.

    I Comuni del resto reclamano oneri e risorse per far quadrare i bilanci, ma quello che appare del tutto chiaro è l’assenza di una visione complessiva sul comparto commerciale. Quanto si profila tra Magenta e Corbetta, con 4 punti vendita alimentari raccolti in poche decine di metri, la dice assai lunga sulle caratteristiche che il Magentino sta assumendo.

     

    Articolo precedente‘Non ci sono emergenze idriche in Lombardia’
    Articolo successivoAll’ospedale di Legnano il primo intervento chirurgico ‘sotto ipnosi’