Ladri alla ditta Cantoni di Marcallo con Casone: rubano un camion, ritrovato a Magenta

116

MARCALLO CON CASONE – Ditte del territorio nel mirino dei ladri. Colpita anche la Cantoni Spa. I malviventi sono penetrati nello stabilimento di via Carlo Gavazzi a Marcallo con Casone nella notte tra domenica e lunedì per rubare i camion. E hanno combinato danni a  non finire. Ieri mattina gli addetti al primo turno hanno scoperto che qualcuno aveva scardinato l’ingresso e si era premurato di oscurare le telecamere di sorveglianza affinché non riprendessero nulla. Ignoti avevano rubato un camion del valore di circa 80mila euro e avevano danneggiato altri dieci mezzi. L’intento era quello di rubarli, ma non ci sono riusciti. I danni però li hanno fatti e parecchi anche. Con il mezzo rubato sono scappati arrivando in strada Boffalora a Magenta dove il camion si è spento. Problemi di batteria, come gli altri mezzi che erano fermi da alcuni mesi e avevano la batteria scarica. Ai ladri non è rimasto altro da fare che abbandonare tutto e scappare. Il camion rubato è stato recuperato dalla Polizia locale di Magenta che ha provveduto immediatamente ad allertare la ditta derubata per la restituzione. Mentre le indagini sull’accaduto sono al vaglio dei carabinieri della stazione di Magenta. Militari che ieri mattina sono giunti sul posto dell’intrusione per raccogliere quanti più elementi possibile e riuscire a dare un nome ai malviventi. La conta dei danni è ancora in corso, ma sono sicuramente ingenti. Per la Cantoni Spa (ditta leader nel settore dei ribaltabili che ha sede a Boffalora sopra Ticino) si tratta di un disagio non da poco. Una ditta che investe tanto in sicurezza avendo affidato il servizio, oltre che ai dispositivi elettronici con allarmi e telecamere, anche ad una ditta di vigilanza privata che interviene più volte di notte e a sorpresa. Tanti soldi che avrebbero potuto essere investiti in altri settori. Il sospetto è che la scorsa notte a Marcallo con Casone siano entrati in azione malviventi specializzati nel furto di camion. Sapevano come muoversi. Sono stati sfortunati non essendo riusciti a rubare perché i mezzi avevano la batteria scarica, ma erano organizzati. Le ditte, purtroppo, vengono spesso messe a dura prova dalle incursioni dei ladri capaci di provocare danni enormi.

G.M.

Articolo precedenteDalle acque del Nilo a Mettone, sulle rive del Ticinello
Articolo successivoAbbiategrasso, Amaga conclude il progetto Mappa Digitale del Verde Pubblico