La Tela di Rescaldina si apre all’arte: fino al 30 giugno la personale di Maria Cristina Limido “Solo donne”

    153

    RESCALDINA –  È dedicata alle donne – forti, fragili, autorevoli e timide, ma sempre rappresentate nella loro essenzialità – la personale che l’osteria sociale del buon essere La Tela di Rescaldina (MI) ospita fino al prossimo 30 giugno. “Solo donne” è il titolo della mostra che Maria Cristina Limido, artista legnanese e presidente del CAB – Centro Artecultura Bustese, storica associazione degli artisti di Busto Arsizio, propone negli spazi sottratti alla criminalità organizzata. Nella sala Sanua e della sala Vasallo, sono esposte 30 opere realizzate con tecnica mista, acquerello e acrilico; ritratti di altrettante donne per dare corpo alla sensibilità, alla tenacia, ma anche alla fragilità del mondo femminile.

    Specializzata nella tecnica del pastello e nell’anatomia artistica presso due pittori dell’Altomilanese, Maria Cristina Limido ha frequentato la Scuola Superiore di Arti applicate del Castello di Milano ottenendo il diploma e  la specializzazione in ritratto di  figura dal vero. Lavora con olio, acrilico, acquarello, pastello, china, e tecnica mista. Ultimamente ha sviluppato anche una serie di lavori di Fiber Art. Insegnante di disegno e tecniche pittoriche è membro dell’Associazione Artistica Legnanese AAL. Annovera oltre 40 mostre tra collettive e personali.

    La mostra è visitabile negli orari di apertura de La Tela fino al 30 giugno ed è a ingresso libero.

    La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito in ATI dalle cooperative La Tela e Meta insieme con altre associazioni del territorio. È ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale.

    Info: Osteria sociale del buon essere “La Tela” Strada Saronnese, 31 Rescaldina (MI)

    Tel: 0331.297604

    www.osterialatela.it

    Facebook:  https://www.facebook.com/osterialatela/

     

     

    Articolo precedente‘++Bertolaso: entro ottobre tutti i lombardi vaccinati con seconda dose, 30enni a rilento
    Articolo successivoNaviglio Grande: già definito il calendario delle Asciutte Autunnali