La Sc di Lavazza e De Rossi torna a Magenta: perché è un giorno importante

    134

     

    MAGENTA – “Le moto ci sono sempre piaciute, sono la nostra passione e volevamo lavorare in questo settore. La prima cosa che cambi di una moto è lo scarico, così abbiamo individuato quella moto che in quel momento storico aveva maggiori vendite tra i ventenni, perchè poi sono loro quelli che fanno queste modifiche aftermarket, e abbiamo sviluppato dei silenziatori e degli scarichi specifici e poi da lì è partito tutto. L’aspetto racing dà tanta visibilità, vincere mondiali  ed essere in griglia su tante moto fa associare il nostro prodotto a alte prestazioni. Oggi siamo presenti in tutto il mondo e l’Italia rappresenta solo una piccola fetta del nostro fatturato.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    “Abbiamo avuto diverse proposte in questi anni, persino di trasferire la sede dove ci garantivano per 5 anni una tassazione zero. Ma noi siamo italiani, le nostre professionalità e competenze sono radicate sul territorio. Siamo partiti con un grosso gap anche rispetto ai nostri competitor nazionali, che oramai abbiamo raggiunto e superato, mentre sul piano mondiale noi continuiamo con le nostre forze e siamo sempre in griglia pronti a battagliare”. 

    Basterebbe l’estratto di una delle decine di interviste rilasciate in questi ultimi anni da Stefano Lavazza e Marco De Rossi- gli under 40 che hanno fondato la Sc a Magenta tempo, facendo diventare il loro marchio un riferimento a livello mondiale- per capire come mai la giornata di oggi, per Magenta, ha il sapore della storia.

    Sì, il Moto Racing Day- dalle 18 alle 24 in piazza Liberazione, con noi di Ticino Notizie orgogliosamente in veste di media partner, ha un valore simbolico enorme.

    Tutti o quasi sanno che Sc è stata gioco forza costretta ad ‘emigrare’ a Cassinetta, pur non recidendo  mai il legame, il cordone originario con Magenta. Perciò, il fatto che questa sera Stefano Lavazza e Marco De Rossi tornino nella città che li vide esordire in un piccolo ufficietto, al cui posto oggi ci sono migliaia di metri quadrati e più di 70 ragazzi assunti, ha un sapore straordinariamente dolce.

    Ed è esattamente questo l’obiettivo che Ticino Notizie si è posto dalla sua nascita: incentivare, supportare, incoraggiare tutte quelle realtà capaci di generare valore, identità, profitto (non è una parolaccia), stimolare il senso di appartenenza.

    Noi speriamo sinceramente che questa sera accorrano a migliaia, in piazza Liberazione, e non solo per ammirare (giustamente..) la moto del campione Marc Marquez o il luccicante Motorhome che calerà tutti nel magico e luccicante mondo della Moto Gp.

    Ci piacerebbe che le persone guardassero a questi ragazzi, Stefano e Marco, che hanno dimostrato come tenacia, passione e caparbietà consentano di ottenere grandi risultati.

    E per questo ci sono parse davvero stonare (ancorché legittime) certe polemiche su disposizioni di sicurezza cui il Comune DEVE attenersi (benché, in tutta sincerità, la postilla sui tavolini esterni paia anche a noi poco ragionevole..).

    Eventi del genere vengono ideati e realizzati PROPRIO per i commercianti, non in contrapposizione agli stessi..

    Detto questo, buon Moto Racing Day a tutti!

    F.P.

     

    Articolo precedenteLealtà Azione a Bià, anche i 5 Stelle si stracciano le vesti (e prendono una solenne cantonata)
    Articolo successivoMilano Pride: ci saranno anche i naturisti… Comazzi (Forza Italia): “Siamo alle comiche”