La nuova Giunta comunale di Turbigo

188

Dopo il blitz avvenuto nella prima riunione del Consiglio Comunale, la massima assise è stata aggiornata al 27 ottobre 2021 nella Sala delle Vetrate per la prosecuzione della trattazione di seguenti punti all’Ordine del Giorno: 1) Capigruppo: per la maggioranza è stato eletto Riccardo Re; per la minoranza Renata Cerutti. 2) Commissione elettorale: membri effettivi sono stati eletti Azzolin, Gritta, Leoni; mentre i supplenti sono Motta, Cavaiani, Cerutti. Segretaria comunale a scavalco: dott.ssa Naverio

Il clou della serata era comunque la composizione della Giunta comunale, che è stata presentata dal sindaco Fabrizio Allevi in apertura del Consiglio, ripercorrendo anzitempo quanto era successo nell’incontro all’Auditorium del 20 ottobre, facendo le necessarie precisazioni riguardanti il mancato accordo esistente nella coalizione composta da tre partiti: Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega.  Poi, il Sindaco, espressione di Fratelli d’Italia, ha comunicato la composizione della Giunta:

Manila Leoni (Forza Italia, 279 preferenze) Vicesindaco, Servizi Sociali, Pubblica Istruzione, Cultura;

Andrea Azzolin (Fratelli d’Italia, 280 preferenze) Ambiente, Sport, Tempo libero, Protezione Civile;

Marzia Artusi ((Lista civica, 232 preferenze) Lavori Pubblici e Urbanistica

Davide Cavaiani (Lega, 195 preferenze). Sicurezza, Marketing territoriale, Politiche giovanili, Manutenzione verde pubblico, Decoro urbano.

La serata è proseguita con l’illustrazione – da parte del Sindaco – delle linee programmatiche relative ai progetti da realizzare nel corso del mandato, linee apertamente contestate da Renata Cerutti, in particolare per quanto riguarda il Centro Sportivo di Via Roma. A questo punto il vecchio cronista ha lasciato spazio ai tanti giornalisti presenti delle testate locali da Il Giorno (Chiodini), a l’Altomilanese (Mattioni), Logos (Belleri) e altri ancora.

Articolo precedenteMinacce di morte dai No Vax a Sala, la solidarietà di Attilio Fontana
Articolo successivoStellantis, Ficili “Italia centrale, pronti a elettrificazione”