La Lombardia? la regione da cui si emigra di più…..ma a Milano gli stranieri sono ormai il 15% della popolazione

    79

    MILANO . – Crescono gli stranieri in Lombardia, e sono molto piu’ giovani degli italiani. Nel complesso comunque la Lombardia e’ la regione in Italia dalla quale si emigra di piu’.
    Un’osmosi percepita e confermata dal ‘Dossier Statistico Immigrazione’ redatto dal Centro Studi e Ricerche Idos in collaborazione con la rivista Confronti. I residenti stranieri in Lombardia nel 2019- oltre 2 milioni di persone- sono aumentati dell’1,7% rispetto all’anno precedente. Un dato significativo se comparato invece all’incremento minimale registrato su tutta la popolazione. Ma la Regione e’ comunque quella dalla quale si emigra di piu’. Nel 2019, il 16,8% degli emigrati italiani sono partiti proprio dalla Lombardia. I residenti totali sono cresciuti di 16.321 unita’ (+0,2%). Tra loro piu’ della meta’ sono stranieri. Sfiduciati dalle conseguenze della pandemia, sono scesi pero’ significativamente i ‘soggiornanti non Ue’ della Regione, ossia tutti coloro che sono in Lombardia con un permesso che spesso e’ di lungo termine, come gli studenti. Nonostante si stia accentuando sempre di piu’ l’invecchiamento demografico di tutta l’area, la popolazione straniera e’ composta per lo piu’ da giovani, che rappresentano un’importante risorsa per gli equilibri socio-economici lombardi.

    Il numero piu’ basso di residenti stranieri si registra nella ‘piccola’ Sondrio, dove superano di poco i 10.000. Seguono Lecco (28.000, l’8,4% degli abitanti) e Lodi (il 12,4%). A Milano si registra ovviamente il numero piu’ alto. Gli stranieri residenti nel capoluogo lombardo sono in crescita del 2,7%, rappresentando il 14,9% della popolazione meneghina. A Monza c’e’ l’aumento maggiore rispetto al 2018 (+3%), mentre la citta’ di Varese e’ in testa per presenza femminile straniera nella Regione, con il 54% di quelli che arrivano da altri paesi che sono donne, una percentuale che in Lombardia supera il 51%. Va inoltre sottolineato come il 22,7% dei residenti stranieri- oltre 270mila persone- nel 2019 aveva un’eta’ compresa tra 0 e 17 anni, ma tra tutta la popolazione i minorenni complessivi sono il 16,7%.

    Articolo precedenteFuori Bookcity e Teatro Lirico: sospesi gli eventi. La paura del Covid cancella la cultura
    Articolo successivoBusto Garolfo: avanti tutta con i lavori al Cimitero. Investimento di circa 550 mila euro