La Lega Nord di Santo Stefano scende in piazza per il tesseramento

    75

    Riceviamo e pubblichiamo

    SANTO STEFANO – Domenica 19 febbraio si è svolto il consueto gazebo della Lega Nord. E’ stata l’occasione per continuare a dimostrare la nostra costante presenza sul territorio, ricambiata da diversi cittadini che si sono fermati al nostro gazebo.

    Possiamo dirci soddisfatti, sia per i nuovi tesseramenti, sia per i cittadini, che passando dal nostro gazebo hanno esposto le loro idee, dando nuovi spunti e consigli su cosa fare per migliorare il nostro paese. Il bilancio è sicuramente positivo ed i segnali dati dai nostri concittadini sono incoraggianti.

    legasantoste

    In due anni e mezzo di amministrazione i contributi da parte dello stato hanno visto una sostanziale e preoccupante diminuzione, ciò nonostante i servizi comunali non hanno subito gravi ripercussioni e questo grazie all’oculata gestione delle poche risorse disponibili.

    Questa amministrazione in due anni e mezzo ha ottenuto ottimi risultati, partendo da appalti di rilievo come quello dell’igiene urbana e del servizio di refezione scolastica, fino alle esigenze meno impattanti ma altrettanto importanti, come i piccoli interventi di manutenzione relativi al vivere quotidiano. Tutto questo senza mai tralasciare, ma al contrario potenziando, le politiche sociali del nostro comune, ambito molto importante in un momento delicato di crisi come quello che stiamo vivendo.

    La coalizione di centrodestra sta dando dimostrazione di saper ben governare Santo Stefano!

    Il gazebo del tesseramento è stata inoltre l’occasione dove abbiamo raccolto le firme per andare al voto subito, e “mandare a casa” il governo Gentiloni; ma soprattutto, ritornando al tema dei tagli insostenibili del governo è giunto ormai il momento del referendum sull’autonomia della Lombardia. Per il 2017 le Regioni a statuto ordinario si vedranno tagliate le risorse per circa 1 miliardo, che cumulati ai tagli degli anni precedenti a Regioni e Comuni stanno seriamente mettendo in ginocchio le politiche degli enti locali. I comuni, che sono gli enti più vicini al cittadino, come scambio di informazioni e velocità di risposte, sono ormai al collasso.

    Emilio Marnati

    Segretario Lega Nord Santo Stefano Ticino

    Articolo precedenteUna delegazione giapponese in visita alla Santa Caterina da Siena
    Articolo successivoSuperstrada, interrogazione di Sinistra Italiana alla Camera: alle 15.30 di oggi la risposta