La campagna elettorale della…non candidata Elisabetta Lanticina

    142

    MAGENTA – Formalmente non è in corsa per un posto in Consiglio comunale per Forza Italia. Ma si sente, eccome si sente. Anzi,verrebbe da dire, si vede, eccome se si vede…

    Già, perchè se fino all’altra settimana, i rumors di un ritorno dell’avvocato Elisabetta Lanticina, erano insistenti ma fino ad un certo punto, ma con la consegna porta a porta del giornalino patinato ‘Speciale Elezioni Magenta’ di Forza Italia, recapitato nella giornata di sabato in modo capillare, ormai non ci sono più dubbi.  Un tris di donne per il centrodestra sull’house organ azzurro commissionato direttamente dalla sede romana di via in Lucina 17 (*il committente responsabile e rappresentante legale è il Senatore Alfredo Messina). C’è, infatti, l’intervista alla Coordinatrice regionale di FI Maria Stella Gelmini, quella alla candidata sindaco del Centrodestra Chiara Calati e, infine, appunto, quella alla Lanticina. Parla da leader consumata l’avvocatessa. Invita i Magentini al voto, si ritaglia un ruolo tutto suo da regista – basta leggere l’occhiello della lunga intervista “L’avvocato Lanticina ha lavorato dietro le quinte per una Magenta migliore” – fino al titolo a tutta pagina in prima “Elisabetta Lanticina sostiene Chiara Calati”.

    E’ chiaro, allora, che una simile prova di forza va sempre più nella direzione di una Lanticina che pretende un posto in Giunta in caso di vittoria del centrodestra. Ed è qui che viene il bello o forse il brutto. Perché tra gli azzurri non tutti l’hanno presa bene. Tutt’altro. E’ un atto che crea disorientamento nel popolo di Forza Italia” commenta una delle colonne storiche del partito di Silvio Berlusconi in quel di Magenta, peraltro, sempre misurato e lucido nelle analisi politiche. Altri commenti, per la verità, sono ben più polemici. Ci limitiamo a registrare un certo ‘mal contento’. “Chi ha autorizzato la pubblicazione? Il partito sapeva o sono sempre ‘i soliti tre’ che decidono (Sgarella, Morani e Ballarini ndr)? E gli altri che corrono e che sono in lista che ci stanno a fare? E la Calati era d’accordo o se l’è trovato già bello e stampato?” Com’era lecito attendersi la pubblicazione ha fatto rumore e suscitato più di una discussione. Positiva, negativa? Non sta a noi giudicare. Quanto meno, ci limitiamo a dire che rispetto agli ultimi mesi in cui l’encefalogramma di Forza Italia non dava grandi segnali di vivacità, in questi settimane, vuoi per l’affaire Russo che non ha fatto parlare solo per le sue foto ‘artistiche’, vuoi per la rediviva Lanticina, gli azzurri sono tornati a far parlare di sé…Basterà?

    F.V.

    Articolo precedenteSergio Garavaglia (SiAMO Ossona): “L’Assessora Monno deve dimettersi”
    Articolo successivo2 giugno Festa della Repubblica: il programma di Bià