#IORESTOACASA. Anche il Consorzio ETVilloresi sempre più verso forme di lavoro agile

    57

    MILANO –  In considerazione all’emergenza in corso e degli ultimi provvedimenti assunti dal Governo mercoledì 11 marzo, il Consorzio sta in queste ore limitando il più possibile la presenza dei propri dipendenti negli uffici, garantendo comunque i servizi essenziali.

    L’Ente, pur proseguendo la propria attività, sta costantemente modificando la propria organizzazione in base all’evolversi della situazione, pianificando, laddove possibile, forme di lavoro agile con lo svolgimento di attività da casa, favorendo altresì da parte del personale la fruizione di ferie e congedi ordinari.

    Si stanno progressivamente predisponendo le funzionalità prioritarie da remoto, con la deviazione delle chiamate sui cellulari aziendali e il potenziamento delle relazioni con il pubblico/utenza per via telematica. Si fa presente che al momento la deviazione di chiamata non consente di risalire al numero del chiamante; pertanto, in caso di mancata risposta si prega di richiamare o lasciare un messaggio in segreteria.

    Scusandoci fin da ora per qualunque disguido possa verificarsi, legato alla situazione di emergenza e alla adozione, per quanto possibile dello “smart working”, si invita a voler prendere contatti preferibilmente via email, agli indirizzi reperibili sul sito istituzionale, sezione CONTATTI, indicando un numero di telefono per una successiva ulteriore relazione in caso di necessità.

    E’ sospeso il ricevimento del pubblico. In caso di necessità  improrogabili non risolvibili telefonicamente o per mail, è possibile richiedere un appuntamento mediante l’utilizzo di sistemi di telecomunicazione.

    Proseguiranno, con le limitazioni necessarie a preservare l’incolumità della forza lavoro, le attività nei cantieri aperti in modo da poter garantire l’avvio della prossima stagione irrigua.

    Il momento è estremamente delicato; è necessario mettere in campo tutti gli sforzi possibili, anche se accompagnati da notevoli sacrifici, per scongiurare un ulteriore incremento dei contagi nell’interesse della collettività.

    In questo momento di emergenza è importante fornire il proprio contributo per contenere la diffusione del Covid-19 e, in tale ottica, l’Ente sostiene la campagna #Iorestoacasa, nella convinzione che questo sia l’unico modo per bloccare il Coronavirus. Restate a casa, uscite solo per motivi strettamente necessari; è in gioco la salute di tutti noi. 

    Articolo precedenteRescaldina, la Multiservizi cerca volontari per consegne domiciliari
    Articolo successivoRSA Sant’Erasmo di Legnano: i Sindacati scrivono ad ATS