CronacaNews

Investì e uccise il robecchese Davide Noè: assolto l’agricoltore alla guida del mezzo

Quattro anni fa la tragedia lungo la strada alzaia del Naviglio di Bereguardo

ROBECCO SUL NAVIGLIO –  È stato assolto perché il fatto non costituisce reato il dipendente dell’azienda agricola che il 4 maggio del 2015 era alla guida del trattore che ha investito il robecchese Davide Noè lungo la strada alzaia del Naviglio di Bereguardo, uccidendolo sul colpo. Davide, fratello dell’ex ciclista professionista Andrea, quel pomeriggio era uscito per un allenamento in bicicletta quando, lungo l’alzaia a Morimondo, ha incrociato il mezzo agricolo.

Ha cercato di appoggiare il piede a terra, ma è scivolato cadendo a terra per essere poi investito. Una tragedia che ha sconvolto le tantissime persone che conoscevano Davide, appassionato di corsa. Il conducente del trattore è andato a processo per il reato di omicidio stradale, presso il tribunale di Pavia che di è concluso l’altro giorno. A fronte di una richiesta di condanna formulata dal Pm a un anno e 10 mesi, il giudice ha ragionato diversamente assolvendo l’agricoltore. “È stata una tragedia, nella quale la condotta dell’agricoltore alla guida del mezzo non è stata tale da determinarla”, ha commentato l’avvocato Roberto Grittini.

Tag
Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi