Inveruno, la Lega: ‘Perché patrocinare il Gay Pride?’

159

Riceviamo e pubblichiamo

INVERUNO – Con profonda amarezza apprendiamo della decisione del Sindaco di  concedere il patrocinio del Comune di Inveruno al Gay pride che si terrà il  prossimo 30 giugno a Milano. Riteniamo tale decisione totalmente  inappropriata, oltre che essere una imposizione bella e buona; avremmo  auspicato almeno una discussione in consiglio comunale al riguardo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il gay  pride, a nostro giudizio, è una manifestazione simbolico-folkloristica che ha
poco a che vedere con la finalità che vorrebbe raggiungere e cioè di una  consapevolezza riguardo le discriminazioni. Null’altro che ostentazione fine  a sè stessa. Riteniamo ci siano altri metodi più adeguati per affrontare il  tema. In secondo luogo facciamo presente che anche Regione Lombardia
ed altri comuni della zona (ad esempio Magenta) hanno negato il  patrocinio a tale manifestazione, oltretutto ci chiediamo quale apporto  porterà al comune di Inveruno, visto che è un evento che non si svolgerà nel Nostro Comune e non vedrà Inveruno (fortunatamente) protagonista.

In ultimo crediamo che tale decisione non rispecchi il pensiero della
maggior parte degli inverunesi!

Lega sezione Inveruno

Articolo precedenteAbbiategrasso, il 7 luglio concerto contro il nucleare
Articolo successivoMagenta: questa sera la prima di Laura Cattaneo e Giuseppe Cantoni