Inveruno, Forze Popolari attacca sindaco e giunta: ‘Indennità di carica troppo alte’

211

Riceviamo e pubblichiamo dalla lista Forze Popolari per Inveruno e Furato

Riduzione delle indennità a favore del sociale? Il “no” secco del Sindaco Bettinelli e della sua Amministrazione. 

INVERUNO  Quello che è successo sabato 22 aprile, nel corso del
Consiglio Comunale che ha visto quale argomento principale della seduta l’approvazione
del bilancio di previsione, ha dell’incredibile.
A fronte della proposta del nostro gruppo consiliare “Forze Popolari per Inveruno e Furato”, di procedere col taglio del 30 per cento delle indennità di Sindaco, Assessori e Consiglieri comunali tutti, destinando le risorse alle famiglie più svantaggiate, il primo cittadino Sara Bettinelli, evidentemente in difficoltà, ha ribattuto dicendo a noi consiglieri del gruppo di tagliarci gli stipendi derivanti dalla nostra attività lavorativa.
Senza parole.
È la seconda volta che “Forze Popolari” avanza una proposta del genere. Infatti, già durante il Consiglio Comunale del 29 settembre 2014, avevamo presentato un emendamento al bilancio con la richiesta di ripristinare le vecchie indennità, trovandoci di fronte a un primo secco “no” da parte della maggioranza di centrosinistra.


Del resto, visto il tempismo che ebbe la Giunta Bettinelli, appena insediatasi, nel determinare i nuovi compensi portando quello del Sindaco a 1.631,49 euro lordi mensili (oltre il 75% in più rispetto a quanto percepito da chi l’ha preceduta) non avevamo grandi speranze in merito all’accoglimento dell’emendamento, dal punto di vista tecnico-contabile ammissibile in quanto non avrebbe determinato squilibri di bilancio.
Questa la situazione attuale:
COMPENSI DECISI DALLA GIUNTA BETTINELLI

Sindaco Sara Bettinelli (sotto, nella foto)

senza occupazione 1.631,49 euro mensili / 19.577,87 euro annui
Vice sindaco Silvio Barera

pensionato 815,74 euro / 9.788,90 euro annui

Assessore esterno Maria Zanzottera
senza occupazione 734,17 / euro 8.810,03 euro

Assessore Nicoletta Saveri
libera professionista
734,17 euro / 8.810,03 euro
Assessore Filippo Miramonti
senza occupazione
734,17 euro 8.810,03 euro
VECCHI COMPENSI GIUNTA CROTTI (fino al 2014)

Sindaco 929,62 euro, annui 11.155,44 euro

Vice sindaco 671,39 euro 8.056,68 euro

Assessori 619,75 euro 7.437,00 euro

 

È un segnale preoccupante quello dato dall’Amministrazione Bettinelli.
Considerato che negli ultimi anni il nostro territorio è stato interessato da una pluralità
di crisi aziendali che hanno coinvolto sia le piccole che le medie-grandi aziende
storicamente insediate a Inveruno riteniamo che mettere a disposizione maggiori risorse
sul capitolo di bilancio “Contributi alle famiglie” sarebbe stata un’azione politica
significativa, anche a seguito delle recenti crisi Carapelli e Italdenim, con un numero
sempre maggiore di famiglie di Inveruno e Furato che si trovano in crescenti difficoltà
economiche.
“Forze Popolari” è fortemente convinta che, in questo momento storico, la politica debba fare un passo indietro e procedere con la riduzione dei costi a essa riconducibili, in particolare quelli relativi ai compensi derivanti da cariche pubbliche.
Questa è infatti la ratio della Legge n. 148/2011 che, proprio con l’obiettivo di contenere la spesa delle istituzioni comunali, ha disposto per i Comuni tra i 3.000 e i 10.000 abitanti, la riduzione del numero di consiglieri comunali da 16 a 12 unità e il numero dei componenti la giunta da 6 a 4 unità oltre il Sindaco.
Ci è stato detto che i costi della giunta sono passati da 56.000 a 51.000 euro ma questo solo grazie alla riduzione del numero di assessori previsto dalla legge da 6 a 4: la grande differenza tra “Forze Popolari” e l’Amministrazione in carica è il modo in cui intendere la politica: dell’attuale Giunta 3 amministratori su 5 non hanno un lavoro vero: fanno i politici di professione.
Se una persona “vive” di politica, soprattutto a livello locale, è solo per una mera scelta personale (sul curriculum del Sindaco Bettinelli non c’è traccia alcuna di attività professionali svolte). Nessuno mai ci convincerà che è per un servizio alla comunità. Anche perché Inveruno è un paese di poco più di 8mila abitanti che non ha chiesto, nel 2014, un Sindaco a tempo pieno. E dal 1997, dalla legge Bassanini in poi, buona parte dei provvedimenti in ambito amministrativo sono affidati a dirigenti e funzionari pubblici.
Infine, indipendentemente dal colore politico e da chi amministri Inveruno e Furato, “Forze Popolari” resta dell’idea che “il politico di professione” non sia assolutamente utile alla cittadinanza.

I consiglieri di “Forze Popolari per Inveruno e Furato”
Francesco Barni
Linda Corno
Francesco Rimoldi

Articolo precedenteKarate, ancora pioggia di medaglie per il team Funakoshi di Abbiategrasso
Articolo successivoPrimarie Pd nel Magentino-Abbiatense, domenica 30. Tutte le info