Insulti e minacce a Pignatiello: la solidarietà del Presidente Gigi Alemani

    100

    CASTANO  PRIMO – Si moltiplicano gli attestati di stima e di solidarietà nei confronti del sindaco di Castano Primo Giuseppe Pignatiello e della sua famiglia dopo il ‘fattaccio’ dell’altra notte.  Un atto inspiegabile, ma squallido al tempo stesso. Ignoti nella notte tra sabato e domenica  hanno recapitato nel giardino dell’abitazione del sindaco un biglietto con la scritta ‘assassino’ (accompagnato da un finocchio). Davvero un brutto gesto che Pignatiello ha voluto rendere pubblico su facebook con un racconto sfogo:

    “Una brutta nottata: i cani che abbaiano, macchine che sfrecciano, paura, sgomento, tensione e poi al mattino la brutta sorpresa. Un messaggio, una sola parola, contro di me, una parola infamante, assurda, fuori luogo. INACCETTABILE!!! Non si può sopportare tutto questo!!! Non si può entrare nell’intimità di una famiglia, durante la notte, intimorendo, distruggendo ogni tranquillità, mettendo in allarme una casa intera. Chiunque voi siate: FATE SCHIFO!!!!

    Tante, come si diceva, le dimostrazioni di vicinanza al primo cittadino di Castano Primo. Dalla collega sindaco di Inveruno  Sara Bettinelli, al magentino Paolo Razzano della federazione dem milanese e poi ancora l’avvocato Alberto Fedeli di San Vittore Olona.  In prima linea anche la Confcommercio Magenta Castano Primo. con il suo presidente Luigi Alemani: ” A nome mio personale, del Consiglio Direttivo e della Segreteria di Confcommercio Magenta e Castano Primo, desidero esprimere piena e totale vicinanza per il vile atto che ti ha colpito. Solidarietà massima ad un Amministratore che quotidianamente è al servizio della sua città.” Queste le parole che Alemani ha recapitato a Pignatiello stamani con un telegramma.

     

    Articolo precedenteSalone del Mobile: 38 milioni di euro di ricavi per alberghi di Milano e area metropolitana
    Articolo successivoMagenta verso il 25 Aprile