‘In terapia intensiva NON VACCINATI tra 50 e 60 anni’

158

 

 

“Non vaccinati (in terapia intensiva tutti), di età media tra i 50 e i 60 anni”. E’ l’identikit dei ricoverati per Covid all’Istituto nazionale per le malattie infettive Spallanzani di Roma. E a tracciarlo è il direttore Francesco Vaia, commentando i numeri del bollettino Inmi di oggi, in questi giorni improvvisamente più elevati. Il numero dei ricoverati nella struttura, spiega, “dipende dal fatto che lo Spallanzani raccoglie da tutti gli ospedali”. Fra i pazienti, anche di terapia intensiva, tanti 50-60enni e qualche anziano non vaccinato.

“Questi dati – evidenzia Vaia – confermano che i giovanissimi pur contagiati rispondono meglio alla malattia. E che tra i 50-60 anni la mancata vaccinazione, come per gli anziani, può essere molto, molto pericolosa. Il messaggio deve essere chiaro, senza indulgenza alcuna, dietrologia o astruse elucubrazioni: bisogna spingere fino in fondo nella campagna di vaccinazione dandole priorità e venendo incontro in ogni modo alle necessità e richieste dei cittadini”.

“Non è questo il tempo di dividerci né di nasconderci dietro ottuse e medievali burocrazie”, conclude Vaia, esortando: “Avanti per non tornare indietro. Sacrifichiamoci ora, anche qualche giorno di vacanza, per non tornare ad un settembre buio”.

Articolo precedenteMilano, egiziano accoltellato ai giardini
Articolo successivoCovid: Ministero, a luglio mortalita’ inferiore o in linea alle attese