Impressioni al Panperduto: domenica 18 giugno l’evento

    65

    SOMMA LOMBARDO – Impressioni al Panperduto. Passeggiata tra natura e impressionismo è l’evento culturale che il gestore di Panperduto, Ester Produzioni, sta organizzando insieme all’Associazione “Quelli del 63” di Somma Lombardo. Il prossimo 18 giugno, dalle 10 alle  19, Panperduto ospiterà una scenografia suggestiva per una rievocazione storica in costume ottocentesco ai fini di sottolineare l’importanza della pittura en plein air – cifra della corrente  impressionista – nella storia dell’arte mondiale. Presso il Museo delle Acque Italo-Svizzere e il vicino Giardino dei giochi d’acqua, artisti e teatranti dipingeranno all’aperto per cogliere le sottili sfumature che la luce genera sul paesaggio e in particolare sull’acqua. L’iniziativa intende valorizzare in chiave culturale le trasformazioni ambientali operate dalla bonifica tra natura, storia e tecnica idraulica.
    Mercoledì 7, nel corso della mattinata, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dell’evento, cui è intervenuto il Direttore Generale del Consorzio Laura Burzilleri in rappresentanza dell’Ente.  Le Associazioni Accademia della Costina e Maddalena Forever stanno collaborando alla buona riuscita dell’evento, patrocinato dal Consorzio, dal Parco Lombardo della Valle del Ticino e dal Comune di Somma Lombardo.  Non mancano in avvio di giugno altre iniziative attrattive per Panperduto. Nel pomeriggio di sabato 10, il sito ospiterà i partecipanti ad un raduno di auto d’epoca provenienti da Milano, organizzato dal Club Milanese Automotostorico (CMAE).
    In ultimo, non per importanza, si riaccende anche l’attenzione dei mezzi di comunicazione d’Oltralpe su Panperduto come punto di interesse nel contesto dell’itinerario dell’antica idrovia Locarno-Milano-Venezia. Dopo gli entusiasmi che hanno accompagnato Expo Milano 2015 e le Vie d’Acqua, gli osservatori elvetici intendono verificare il proseguimento dei lavori. In un colloquio a tre ai piedi dell’opera di presa, nel corso della mattinata di martedì 6 giugno, il Presidente del Consorzio ETVilloresi Alessandro Folli,Massimo Lazzarini, che ha seguito direttamente per il Consorzio le opere attuate per la riapertura dell’idrovia, e il giornalista Massimo Cappon della TV svizzera hanno fatto il punto della situazione: cosa già fatto e cosa ancora da fare per ripristinare la possibilità di navigare in continuità dal Verbano all’Adriatico.

     

    (*fonte: News Letter ETVilloresi)

    Articolo precedenteEternit: chiusura preventiva dell’Asilo Fornaroli di Magenta
    Articolo successivoCaduta eternit: Del Gobbo, e i controlli dove sono?