News

Imprenditore, donna e gourmet

Accogliamo con estremo piacere, sulle pagine online di Ticino Notizie, Orietta Piva.
Orietta non è solo un’amica: è imprenditrice, titolare della concessionaria Land Rover di Abbiategrasso (una realtà storica fondata nel 1964 dal padre, Giancarlo Piva, e che ora prosegue brillantemente grazie ad Orietta e a suo fratello, Umberto Piva), fiduciaria della condotta Slow Food di Abbiategrasso e Magenta, sommelier di terzo livello, gourmet attenta e appassionata. Ci offrirà il suo punto di vista, quello di una donna dinamica e di successo, appassionata al gusto e alle cose buone. Per gentile concessione di Orietta, cominciamo col proporvi un servizio che sarà pubblicato sul prossimo numero della prestigiosa rivista CHEF. Buona lettura!

Donne, motori e un bicchiere di buon vino. Non capita tutti i giorni di incontrare un’imprenditrice che gestisce una grande concessionaria di automobili e che allo stesso tempo è sommelier Ais e fiduciaria di una condotta Slow Food. E che, soprattutto, ha trovato un modo per far convivere le diverse passioni della sua vita.

Perché anche il lavoro è una passione, per Orietta Piva, la giovane titolare della concessionaria Land Rover di Abbiategrasso (Mi), inaugurata dal padre nel 1964.
“Probabilmente, sono stata concepita su una Land Rover”, dice, scherzando, perspiegare il suo forte legame con lo storico marchio automobilistico inglese. Un legame basato non solo sulla tradizione familiare, ma anche sulla passione per tutto ciò che è British e sul rispetto per i valori che il marchio rappresenta e che Orietta così riassume: storia, qualità, esclusività. Dalle parole e dall’entusiasmo di Orietta traspare il ritratto di un’imprenditrice in totale sintonia con il prodotto che vende e rappresenta. “Di Land Rover mi affascina soprattutto il fatto
che ci sia dietro una storia – spiega –. E poi la ricerca dell’eccellenza in ogni dettaglio, dal design alla tecnologia, dall’odore della verapelle dei rivestimenti, prodotta da un artigiano scozzese, al tasto Terrain Response2 sulle Range Rover, che permette all’auto di rispondere a qualsiasi tipo di terreno. Infine, il fatto che comprare un’auto Land Rover significa scegliere un marchio di nicchia, lontano dai numeri del mercato di massa: in Italia se ne vendono solo circa 13.000 l’anno”.
Orietta Piva è un concentrato di energia, determinazione e simpatia. Tutte doti che le sono servite negli ultimi 12 anni per affermarsi in un mondo ancora prevalentemente maschile. “Su 100 concessionari Land Rover in Italia – rivela – il 90% sono uomini e solo poche sono donne: una di queste è Roberta Ferrari, di Modena”. Lungi dall’omologarsi sui modelli prevalenti, tuttavia, Orietta affronta con un tocco decisamente personale la sua attività. “Chi compra un’auto da noi – racconta – può contare su una consulenza su misura nella scelta e nella personalizzazione del modello, su un’assistenza post vendita continua e su manodopera specializzata”. Ma non è solo questo che rende speciale
la Concessionaria Piva. “Da noi non si compra semplicemente un’auto: diamo a tutti i nostri clienti la possibilità di condividere delle esperienze insieme a noi. Della serie: ora che hai comprato l’auto usiamola insieme
per andare a scoprire il mondo”. Un invito che molti accettano, anche perché le vetture Land Rover si prestano a partire per l’av- ventura. Così, per esempio, qualche mese fa Orietta, Roberta Ferrari e Annamaria Vezzali hanno preso parte al viaggio raduno del capitolo italiano Land Rover, una traversata sulle strade sterrate dell’Appennino dal Tirreno all’Adriatico. Oppure, emblematica è la storia di una coppia di clienti-testimonial, che hanno deciso di licenziarsi per realizzare un sogno: il giro del mondo in fuoristrada.
Come abbiamo già detto, l’imprenditrice è sommelier Ais (ha superato i tre corsi canonici) e fiduciario (uscente, sottolinea)
della condotta Slow Food della sua città. “Il mondo Land Rover e quello dell’enogastronomia hanno molto in comune – spiega –. Entrambi hanno una storia dietro, entrambi fanno della ricerca della qualità e dell’eccellenzala propria bandiera, entrambi rappresentano ambiti di nicchia. E, naturalmente, al ristorante o a scoprire produttori di pregio si va in auto. Quindi ho cercato di unire i due mondi. Del resto, che il marchio Land Rover si trovi in sintonia con quello dell’enogastronomia lo dimostrano anche manifestazioni organizzate da Land Rover Italia come il Range Rover DiWine Award, una sorta di giro d’Italia enologico in tre tappe che sposa il piacere dell’andare a scoprire i luoghi in cui nasce il vino con quello della guida. Sempre, ovviamente, nel segno del bere moderatamente e della guida responsabile”.

Giusto, Orietta.

Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi