CronacaNews

Impianto di rifiuti trasformato in discarica abusiva: un arresto in provincia di Varese

Operazione del Noe in provincia di Varese: sequestri per un milione di euro

VARESE – Avrebbe ricevuto 200 mila euro per trasformare il proprio impianto per il trattamento dei rifiuti una discarica abusiva. Per questa accusa un’imprenditrice di 48 anni è stata arrestata dai carabinieri del Noe che hanno anche sequestrato due aziende (le società proprietaria del capannone e quella titolare dei terreni) e i 200 mila che la donna ha ottenuto come “profitto illecito”. Il valore complessivo dei beni sequestrati ammonta a circa 1 milione di euro. E’ l’ultimo fronte dell’inchiesta condotta della Dda di Milano che il 20 ottobre scorso aveva portato a 15 arresti e a una raffica di sequestro:
sotto sigillo erano finite 7 aziende attive nel settore del trattamento rifiuti, 9 capannoni industriali tra Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venzia Giulia, macchinari e automezzi e altri bene per un importo di circa 6 milioni.

La donna arrestata questa mattina su disposizione del gip Alessandra Simion è accusata di traffico illecito di rifiuti, gestione di rifiuti non autorizzata e realizzazione di discariche abusive. Secondo la ricostruzione dei pm Sara Ombra e Francesco De Tommasi, avrebbe messo a disposizione degli altri componenti dell’organizzazione il proprio impianto in provincia di Varese e contribuito alla falsificazione di autorizzazioni e documenti in cambio di un “illecito corrispettivo” quantificato in 200 mila euro. Così facendo, avrebbe rivestito un ruolo decisivo nell’organizzazione criminale sgominata dalla Dda di Milano.
Un’organizzazione strutturata e proprio per questo in grado – è stato accertato nelle indagini – di smaltire illecitamente oltre 24 tonnellate di rifiuti. Soprattutto indifferenziati urbani o di produzione industriali e artigianale, ma anche rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) prima stoccati e poi abbandonati in discariche abusive realizzate in capannoni industriali dismessi.

 

(foto di repertorio)

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi