CronacaNews

Il tombino….secondo e terzo atto…

MAGENTA – Il tombino di via Melzi continua a far discutere. Eccovi la replica dell’Assessore Salvaggio all’articolo pubblicato ieri da queste colonne, a firma del nostro E.T. e, a stretto giro di posta…la sua controreplica.

 

Gentile dottore,
solo per dirLe che è stato chiesto al privato titolare dell’allacciamento di attivarsi presso l’ente gestore perchè sistemi il problema. Oggi se è possibile evitare di spendere dei soldi è cosa buona e giusta anche se effettivamente può far pensare ad un atteggiament lassista ma le assicuro che così non è.
In questi giorni inoltre abbiamo scelto di attivarci sulle strade in Via Maddalena di Canossa, piccolo marcipiede in Via Melzi, il parcheggio e le scale della stazione ferravioria e il superamento di due barriere architettoniche in via Arioli e in Via S. Biagio.
Ne approfitto per fare a Lei e al sito che ci ospita i migliori auguri di buone festività

 

Risposta di E.T. all’assessore. Già alla quarta riga della nota non dico per pudore cosa mi son caduti, ma li ho prontamente ritrovati. Quindi chiudo con una battuta di Oscar Wilde: un uomo politico può sopravvivere a tutto, fuorché al ridicolo. (Berlusconi ed i suoi scherani, anche magentini, insegna).

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi