NewsPolitica

Il sindaco di Busto Garolfo contro la didattica a distanza: ‘Non è scuola’

 

BUSTO GAROLFO – Il suo è il giudizio di un’addetta ai lavori. Oltreché sindaco di Busto Garolfo, Susanna Biondi è anche insegnante. E, sullo slittamento della riapertura della scuola in presenza, esprime un giudizio netto: non è accettabile. “Per scelta – spiega – ho sempre evitato di dare giudizi personali su norme e disposizioni emanate dagli enti superiori perché ritengo che, ogni tanto, soprattutto in una situazione così difficile, sia obbligatorio tacere ed evitare polemiche accogliendo le scelte fatte da chi di competenza”. Ma sulla scuola deroga, per una volta, a questo principio e sfodera la sua analisi: “di fronte a questo ulteriore slittamento della ripresa della scuola – prosegue – quella vera che non si attua dietro a un pc, perché la scuola  è  altro e comunque molto più  della didattica a distanza,  mi risulta davvero difficile restare in silenzio.
  Non ritengo accettabile continuare a sacrificare così i nostri giovani  , la loro socialità e la loro preparazione, la scuola è troppo importante”. Biondi sostiene che si sarebbe potuto agire ben diversamente ed evitare così di sottoporre, a suo avviso, gli studenti a una situazione penalizzante: “si sarebbe potuto intervenire sui mezzi di trasporto – prosegue- adesso si potrebbero utilizzare i tamponi rapidi per tracciare il contagio e si potrebbe anche prevedere di vaccinare gli  studenti al più presto invece di lasciarli per ultimi”. Uno scenario che, continua il sindaco bustese, rischia di ripercuotersi in negativo sul cammino armonioso degli stessi studenti: “i nostri ragazzi si troveranno nei prossimi decenni a pagare il conto salato di questo disastro – profetizza sperando  ovviamente di essere smentita – e intanto, nel presente, ci si continua a occupare di tutto tranne che di garantire la loro crescita, la formazione, l’acquisizione delle conoscenze e competenze che rappresentano il futuro di tutta la società, ora davvero basta”. Un pronunciamento figlio soprattutto della passione che il sindaco bustese ci ha sempre messo nell’attività di insegnamento.
Cristiano Comelli

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi