Il Proust del MeseLe Nostre RubricheNews

Il Proust del mese con Emanuela Morani, de “Il Segnalibro” di Magenta

A cura di Franca Galeazzi

A tu per tu con Emanuela Morani libraia de il Segnalibro

 

 

Il tratto principale del suo carattere?

La lentezza

 

  La qualità che preferisce in un uomo?

Il coraggio (è rarissimo)

 

E in una donna?

L’ onestà (mediamente sono già coraggiose)

 

Il suo principale difetto?

Sono permalosa

 

Il suo sogno di felicità?

Un agriturismo in Corsica

 

Il suo rimpianto?

Quello grosso non si può dire

Quello piccolo è di non aver partecipato a un concerto di Fabrizio De Andrè

 Il giorno più felice della sua vita?

Non saprei

E il più infelice?

I giorni in cui ho fatto del male a qualcuno che non se lo meritava

L’ultima volta che ha pianto?

Poche settimane fa, quando ho ricevuto la notizia di un giovane ragazzo di 27 anni, fratello di un amico, picchiato con un bastone e ferito in modo grave perché non voleva lasciarsi derubare del cellulare. Unica cosa che possedeva. La violenza fisica, verbale, sociale e culturale contro i poveri mi fa stare malissimo.

La sua occupazione preferita?

Perdere tempo

Materia scolastica preferita?

Matematica

Autori preferiti?

Alice Munro, Romain Gary,Francis Scott Fitzgerald,  Azar Nafisi, Jack London, Elena Ferrante, Paolo Cognetti

Libro preferito?

“La vita davanti a sé”di Romain Gary

Attore  e attrice preferiti?

Gérard Depardieu e Andie MacDowell

Film cult?

‘Green Card’ di Peter Weir

La canzone che canta sotto la doccia?

‘ Amore di plastica’ di Carmen Consoli

Colore preferito?

Verde

Fiore preferito?

Tutti!!! Ma in particolare i piccoli fiori di campo

Città preferita?

Orta

Personaggio storico più ammirato?

Nelson Mandela

Personaggio politico più detestato?

Donald Trump & family cioè Erdogan, Putin e qualche scolaretto europeo, perché opportunisti, disonesti e arroganti nelle parole e nei fatti.

Il dono di natura che vorrebbe avere?

La capacità di seguire più conversazioni contemporaneamente

Se dovesse cambiare qualcosa del suo fisico, cosa cambierebbe?

Fossi stata più giovane avrei detto la pesantezza delle gambe, ora preferirei togliermi un po’ di mal di testa.

Stato d’animo attuale?

Pacata serenità

 Le colpe che le ispirano maggior indulgenza?

Le dimenticanze

Come vorrebbe morire?

Serenamente

Il suo motto?

Nei giorni di nera tempesta, attendere il sole

 

 

A cura di Franca Galeazzi

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi