‘++Il Governo ascolta la Lombardia: per andare in zona gialla limite del 15% delle ‘intensive’ e del 20% per i ricoveri Covid

    3

     

    ROMA MILANO Potrebbero essere del 15% per le terapie intensive e del 20% per i ricoveri nei reparti ordinari, le soglie massime di occupazione dei posti letto ipotizzate per restare in zona bianca. E’ emerso dalla riunione del gruppo di lavoro sulla definizione dei parametri per i profili di rischio delle regioni. L’ipotesi – si apprende da ambienti dello stesso tavolo a cui partecipano tecnici del ministero della Salute, delle Regioni e dell’Iss – rappresenterebbe un compromesso al rialzo rispetto alle soglie allo studio in un primo momento. Con la ridefinizione dei parametri si stabilira’ un numero minimo di tamponi da eseguire ogni settimana.

    Era del resto questa la principale proposta che la Lombardia ha portato in Conferenza delle Regioni, in corso dalle 15:  la modifica dei parametri, che definiscono l’ingresso delle regioni nelle cosiddette ‘fasce colorate’.

    Lo ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, a margine di un sopralluogo al cantiere del nuovo ospedale Policlinico di Milano.

    “La richiesta che Regione Lombardia fa, concordata anche con gli altri rappresentanti delle Regioni, sara’ quella di alzare il tetto delle terapie intensive al 15% e quello dei ricoveri al 20% per entrare in zona gialla, che per altro e’ la meta’ di quello che era previsto fin ora. Questa e’ la richiesta principale che porteremo oggi in commissione”. Scelta sostenuta anche da Piemonte ed Emilia Romagna.

    Articolo precedenteRozzano e Turbigo: 700 mila euro dalla Regione per intervenire sui siti contaminati
    Articolo successivoCorbetta, elezioni: Bassetto VS Ballarini. Perchè il Centrodestra “autentico” è condannato a vincere…..e Ballarini (se si ricandida) può anche perdere