Il dottor Luca Poniz da Abbiategrasso al vertice dell’ANM

    127

    MILANO – Riunione straordinaria del plenum del Csm ieri pomeriggio per sostituire Corrado Cartoni alla Sezione disciplinare dopo lo scandalo partito dalle intercettazioni di Luca Palamara, di cui si allunga l’effetto domino. Ieri il contraccolpo sull’Anm con la nomina di Luca Poniz a presidente al posto di Pasquale Grasso. “C’e’ una gigantesca questione morale che investe la magistratura”, ha detto, auspicando un rapido stop alle “porte girevoli” tra politica e magistratura. Curiosità importante, il rapporto di vecchia data tra il nostro territorio e il dottor Poniz. A metà degli anni Novanta, infatti, quando esisteva ancora in quel di Bià la vecchia e gloriosa Pretura, poi diventata Sezione Distaccata del Tribunale di Milano, non era raro imbattersi nel dottor Poniz.

    Il Magistrato era all’inizio del suo percorso professionale e tecnicamente era stato assegnato alla Procura della Repubblica per la Pretura Circondariale di Milano (meglio conosciuta tra gli ‘addetti ai lavori’ avvocati e giudici come la ‘Procurina’). Così Poniz spesso veniva mandato in quel di Bià. Si è occupato di reati ambientali ma anche di vicende piuttosto rilevanti che in quegli anni riguardarono il territorio dell’est Ticino.

    (Foto a cura di Roberto Garavaglia, foto Sally)

    F.V.

     

    Articolo precedenteGambolò (PV): scontro frontale sulla circonvallazione per Vigevano. Muore una 38 enne
    Articolo successivoPensare al futuro, anche alla non autosufficienza