Il Corano senza veli. Incontro con Magdi Cristiano Allam

124

Magenta – “Una lettura critica e ponderata, un’analisi obiettiva di ciò che dice il Corano, fatta con cognizione di causa, da uno come me, musulmano per 56 anni”. Questa l’introduzione di Magdi Cristiano Allam, giornalista e scrittore egiziano naturalizzato italiano alla presentazione del suo libro “Il Corano senza veli” in aula Consiliare, giovedi 10 maggio.
Dopo numerose tappe da nord a sud in giro per l’Italia, Allam è arrivato a Magenta per far conoscere “correttamente e in modo semplice i contenuti del Corano, il libro più diffuso al mondo. Ma è anche il meno conosciuto. Persino la maggioranza del miliardo e mezzo di musulmani non ha letto nella sua integralità e non conosce correttamente il contenuto del Corano”, fatto anche di molte contradddizioni.
Numeroso il pubblico presente in sala anche a Magenta spinto dalla curiosità, ma anche dalla voglia di conoscere maggiormente un aspetto culturale che ci è sempre più vicino.
Il Corano è il libro più sacro del mondo islamico, per ogni musulmano è il bene più prezioso. Il termine deriva dall’arabo al-Qur’an, che secondo alcuni studiosi è di derivazione siriaca ed è da ricollegare al verbo qara’a, “leggere”. Il Corano è dunque una lettura ad alta voce, una recitazione”.
L’incontro introdotto da Valerio Zinetti, è stato promosso da Una voce nel silenzio, dipartimento di Bran.co – Branca Comunitaria Solidarista ONLUS, che opera sia un campo di divulgazione che di interventi umanitari sulla tematica delle persecuzioni dei Cristiani nel mondo. Allam, che da musulmano moderato si è convertito al Cristianesimo, diventa quindi una voce forte e autorevole. “Che va ascoltata e sostenuta” ha affermato Massimiliano Bastoni, consigliere in Regione Lombardia.
Edito da Mca comunicazione, Il Corano senza veli è dunque una lettura consigliata a tutti. Nelle pagine, mix di storia documentata e cultura, si scopre, ad esempio, che Allah non è il Dio unico dell’ebraismo e del cristianesimo, ma uno dei 360 idoli del Pantheon politeista arabo.

Articolo precedenteMagenta, in via Gramsci ecco le case senza gas e a zero emissioni. Gestibili.. da un telefono cellulare
Articolo successivoLa gloriosa PFM in concerto al Galleria di Legnano