Il Circolino non più nel pallone. Nostalgia degli anni Ottanta. Di Massimo Moletti

122

L’allenatore del pallone è un ‘cult movie’ italiano di inizio anni ’80 seguito da mezzo destro mezzo sinistro e dall’antologico “al bar dello sport” …una italietta con pancetta e tanta voglia di USA e di andare via …

Un paese con la schedina tra le dita sperando di migliorare la propria vita dove le pizzerie iniziavano a prendere piede pure al settentrione nelle Domeniche del pallone tutte alla stessa ora ….

 

Paolo Valenti cerimoniere laico del suo 90° Minuto imperdibile come la Messa la Mattina di festa, si perché in maniera semplice era il nostro 7 giorno dove dovevamo riposarci dalle fatiche della settimana e le lasagne della nonna con una Fanta volavano via tra un goal e l’altro ….

Ma anche in quella Nazione di quasi 40 anni fa c’era una parte cospicua del popolo che non poteva vedere il calcio perché amava altre attività.

Il nazional popolare nascondeva ogni nostro respiro diverso ma c’era …io alle medie ero affascinato per lo sport nordico della Pallamano, ma dopo le scuole dell’obbligo non sapevo dove praticare questo affascinante sport …

Sono passati più di tre decenni e la situazione di molti sport è ancora in fase minore purtroppo perché bisogna fare molti km per raggiungere la sede degli allenamenti e perché non ci sono strutture idonee in ogni paese …

Però in molti casi e con mezzi e strutture minime i nostri giovani si fanno onore e vincono medaglie su medaglie senza avere il giusto riconoscimento come investimenti in strutture e attenzione delle grandi tv specialmente di Stato!

Un’altra Italia che vince, bella, pulita, umile, volenterosa che ha un grande spazio nella nostra società che dovrebbe essere messa più in risalto rispetto a un paese litigioso , spendaccione , egoistico e brutto …

In questo Paese viene dato troppo spazio al pallone forse perché riempie di più i palinsesti tv e radio ma dare oltre agli appuntamenti canonici un po’ più di spazio ad altri sport e attività non sarebbe male …

 

Gli scarsi risultati degli ultimi anni del calcio italiano (tolto la vittoria trionfale della Roma) sono un cattivo biglietto da visita per uno sport che è più giro d’affari che attività sportiva. 

Sentiamo per il calcio mercato ore e ore e inchiostro di vendita , prestito , cessione a suon di milioni di Euro …come ballare e suonare su una nave stile Titanic …

Ma una domanda vorrei farla a tutti questi sapientoni e spara milioni ….oltre alle scuole calcio a pagamento e pure care …da quando non vedete più giocare dei ragazzi in mezzo alla strada a pallone??? all’oratorio ??? dove si imparavano tutti i trucchi !!!quanto ancora sono appassionati i nostri ragazzi al futball (inglese dialettizzato) …

Quanti ragazzi non chiedono più per il loro compleanno un bel pallone per giocare in cortile contro il muro per poi mandare la sfera sul vetro del vicino o al di là del muro ….

Gli altri sport conservano l’innocenza che questo sport milionario ha perduto !!!!il rimanere umano e ragazzino che corre tutto il giorno per una Fanta e un panino dove dopo si guardavano i cartoni animati …

L’Italia del pallone ormai è diventata il paese del Tennis, dell’atletica , del baseball, judo , lotta libera, nuoto , skateboard e eccetera eccetera …

 

Sono contento che i ragazzi italiani pratichino altri sport con gioia e dedizione perché vuol dire di avere uno strato allegro , gioioso e sano con voglia di divertirsi , sudare e fare …

Quel paese di ragazzi demotivati e svogliati da sofà un tempo giocava tra un albero e l’altro o con zaini e giubbotti in terra al pallone e riempiva le proprie giornate sentendosi Baggio o Schillaci per poi da adulti andare nei campetti a ore per rinnovare la loro voglia di sentirsi bomber…

Il pallone italiano ha perso l’anima, la gioia e pure molti tifosi anche se tv e sponsor sembrano non accorgersene e vanno avanti convinti di vivere in un altra era dove la gente vive a pane e sfera ad esagoni neri …

In questo paese dove una Italia vince e diverte e convince e l’altra vuole mangiare sempre tutta la torta non potrà che avere un brusco risveglio di trovarsi non più nel pallone ma come un pallone gonfiato con l’animo sgonfio ….

Ridate gioia alla sfera di rotolare ovunque e con chiunque ….saltando qua e là …magari rompendo qualche vetro ma darà assai felicità e ricordi …..tornare bambini fa bene molte volte specialmente agli sport di squadra

 

Massimo Moletti 

 

Articolo precedenteDroga, Moratti e De Corato ai prefetti:”progetto parchi”, urgente intensificare i piani di contrasto allo spaccio.
Articolo successivoPer la filiera Automotive nuove sfide e opportunità