Il calcio grazie alle donne è tornato a casa. Di Massimo Moletti

147

La tredicesima edizione dell’Europeo di calcio femminile è stata vinta dalla nazionale dell’Inghilterra che riporta a casa il calcio dopo 56 anni …

Una fatalità che la seconda competizione calcistica internazionale sia stata vinta dopo un anno dalla delusione per i sudditi di sua Maestà contro la nostra Italia.

Il calcio femminile ha preso molto piede nella terra di Albione tanto da fare spostare la Supercoppa maschile di club per lasciare spazio alle bionde eroine inglesi con coda d’ordinanza.

Una competizione che è stata vinta ben 8 volte dalla Germania seconda classificata a questa edizione in terra Britannica seguita dalle due vittorie della Norvegia e una volta da Svezia, Olanda e ultima Inghilterra …

Tutte nazioni del nord Europa dove il movimento calcistico femminile è molto avanzato e concreto, soprattutto in Germania, dove i compensi almeno quelli della nazionali sono parificati a quelli maschili …

Un divario però ancora enorme con i colleghi uomini che contano in un solo stipendio di un singolo calciatore quasi l’intero budget dell’investimento totale femminile …

La cosa più bella di questa finale oltre ad uno stadio pieno e festante è  stata la gioia e semplicità delle atlete in campo che hanno dato prova di una ottima tecnica e gesti di classe …

La migliore giocatrice del torneo non ha nulla da invidiare ai colleghi maschi e l’educazione in campo e le scene da bar sono assenti …..

 

Non è assente il lancio della maglia e l’esultanza vedi Kelly dopo il goal della vita …per la felicità visiva del pubblico …fortunatamente aveva sotto un altro top per coprire le gioie fisiche ……

Ma la sua esultanza a parte le mie battute da caserma era sincera e non esibizionistica in un clima più umano e civile e soprattutto educato …

Gli sconfitti passano sinceri e provati, ma molto rispettosi le vincitrici salutano e festeggiano con gesti non plateali ma molto semplici e cortesi …

Vedendo una nazione che può tornare a festeggiare dopo anni di delusione e l’unica a possedere un campionato quasi a livelli maschili mi viene in mente una cosa …

La prima ma siamo proprio un Mondo basato sul maschile …sappiamo tutto dei Mondiali ed Europei maschili ma femminili?

Le vittorie maschili del calcio fanno storia ma le donne ?? devono essere le compagne gallette e scollate scosciate dei baldi uomini in mutande milionari ???

 

Wanda Nara e Mauro Icardi, coppia hot del calcio internazionale, che vive sempre più sui social e sempre meno sul terreno di gioco, viste le poche apparizioni dell’ex bomber nerazzurro da qualche anno panchinaro di lusso al PSG

 

Si parla tanto di equiparare lo stipendio delle donne a quello degli uomini !!!!ma nel pallone …

Ringrazio finalmente la Rai per aver trasmesso questa bella manifestazione su Rai 2 anche se devo tirare le orecchie perché la premiazione per Tg … spostata su Rai sport ! Perché.???? Per una sera si poteva anche risparmiare di politica …

Ma poi la campagna elettorale affronta il problema delle donne e tutto il loro Mondo ?

In Italia ci sono tre giornali sportivi quasi interamente coperti da calcio in ogni categoria e stato ma maschile perché non iniziare a dare spazio al movimento pallonaro femminile?

La Rai che ormai ha perso tutto il calcio maschile non può fare servizio pubblico mandando partite in onda del soccer femminile ??

Una persona deve fare sport soprattutto le ragazze per non perdersi tra Tik Tok e altro di peggio o postare di parti dove non batte il sole …

Iniziare a dare calci al pallone le può togliere da tanti brutti incontri e sviluppare molto la libertà mentale da vecchi stereotipi duri a morire …

In un Paese dove tante tv piccole e medie e pure radio hanno i palinsesti strapieni di fiumi di parole su calcio giocato e comprato in acquisti milionari… Perché non dedicare ugual tempo a parlare del movimento del football rosa …..

La bellezza della semplicità e umanità deve essere divulgata e trasmessa anche agli uomini soprattutto delle categorie minori che scimmiottano i loro idoli nel peggio del brutto e del provocatorio …

Una partita di pallone è il momento di sfogo e sfottò di un popolo dove si perdono i suggerimenti tecnici di un paese di commissari tecnici …

Mentre durante l’incontro Germania-Inghilterra ho visto uno stadio pieno, allegro, semplice a dimensione d’uomo (e ci volevano le donne per farlo) …e festante senza striscioni, fumogeni e altri atti di inciviltà troppe volte tollerati dal mondo del pallone maschio …

Ma soprattutto è ora di distribuire giustamente le risorse e magari dare un freno ai procuratori forse nella versione donna non hanno ancora tanto potere …forse per questo che l’ambiente è più umano …

Il calcio è tornato a casa e l’hanno portato le donne forse è ora di vederlo in versione doppia con egual spazio forse peggiorerà perdendo la freschezza e frizzante allegria ma farà migliorare quello maschile. 

 

Massimo Moletti 

 

 

Articolo precedenteI cittadini di Milano in vacanza liberi dai bagagli con Poste Delivery Web
Articolo successivoCiao Ire, sono già passati due anni: intanto qui… la Vita continua