NewsPolitica

I ‘totiani’ della Lombardia si appellano a Berlusconi, ‘servono rilancio e primarie’

Tra loro Gallera, Rizzi e Romani junior

 

MILANO – E’ un “guizzo” quello che cinque fra assessori e consiglieri regionali della Lombardia di Forza Italia chiedono, dopo il terremoto interno delle ultime ore, in un appello a Silvio Berlusconi per rilanciare il partito attraverso una classe dirigente scelta dalla base, selezionata attraverso un sistema di coinvolgimento democratico come le primarie”.
   In una nota, il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi, l’assessore Giulio Gallera il sottosegretario Alan Rizzi e i consiglieri Mauro Piazza e Federico Romani, esprimono “la disillusione della mancanza di coraggio di affrontare un serio percorso di rinnovamento e rilancio di Forza Italia” e definiscono “ormai improcrastinabile” il percorso di cambiamento.
   “Il desiderio e l’esigenza di rinnovamento per Forza Italia non possono essere liquidati con un banale comunicato stampa – sottolineano -. Il tavolo delle regole che, con grande lungimiranza, Silvio Berlusconi aveva avviato accompagnandolo con la nomina di Giovanni Toti e Mara Carfagna a coordinatori nazionali, e’ stato mortificato in modo del tutto inaccettabile”.
   “Non possiamo credere che un Partito che ha segnato la storia politica italiana di un quarto di secolo rischi di estinguere la propria forza propulsiva infrangendosi contro uno scoglio sordo, rancoroso e meta di pochi paurosi nel vedere il mare in tempesta. Difficile – concludono – immaginare che sia questo lo spirito di Berlusconi che ha invece sempre affrontando le difficolta’ con piglio di vero Comandante”.
Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi