News

I bisogni di un cane

Buongiorno a tutti i lettori di Ticino Notizie! Eccoci all’inizio del nostro viaggio all’interno dell’affascinante mondo della cinofilia!

Ho pensato e ripensato a quale sarebbe stato l’argomento più idoneo, e – perché no? -, interessante da trattare come primo vero articolo all’interno della mia rubrica, dopo quello di presentazione della scorsa settimana…. e alla fine ho deciso di parlarvi dei bisogni di un cane, che non sono soltanto quelli a cui stiamo pensando!!! Dobbiamo infatti sapere che, come qualunque essere vivente, anche i nostri amici a quattro zampe hanno dei bisogni, che i proprietari devono assolutamente soddisfare, se vogliono che il proprio cane si trovi in una situazione di agio e benessere. Il vero problema sta quindi nell’individuare e capire quali siano i reali bisogni del cane.

Provvedere ai bisogni primari, in generale di un essere umano, ma nello specifico di un cane, è essenziale al fine di prevenire futuri problemi di natura comportamentale; molti disturbi comportamentali, infatti, nascono proprio dal fatto che i proprietari, spesso inconsciamente, ma talvolta purtroppo anche consciamente, non soddisfino questi bisogni, che stanno alla base del benessere psico-fisico dell’animale.

Da un punto di vista scientifico, i bisogni primari del cane vengono distinti in bisogni legati alla sfera del corpo, e in bisogni legati alla sfera della mente, ovvero della psiche. Il corpo richiede di poter beneficiare di un equilibrio fisiologico, che si ottiene assolvendo a semplici ma fondamentali esigenze, quali per esempio la fame, la sete,  il sonno. Ricordiamoci, a questo proposito, che un cucciolo, nel gergo cinofilo puppy, ha l’esigenza di dormire tra le 15 e le 18 ore al giorno: ciò è fondamentale per il suo corretto sviluppo. Altri bisogni legati alla sfera del corpo sono il movimento – è indispensabile, per qualunque cane, avere ore di libertà e spazi adeguati in cui muoversi ed esprimere la sua natura – e la pulizia.

 

La mente dell’animale, come la nostra, richiede un equilibrio psicologico che si ottiene rispettando le caratteristiche etologiche dell’animale, ovvero il suo aspetto motivazionale, come ad esempio la motivazione propria di una razza, e quello socio-relazionale, ovvero essere in grado di gestire non solo rapporti con conspecifici, cioè con altri cani, ma anche con eterospecifici, ovvero con i proprietari e con le altre persone che incontriamo ad esempio mentre portiamo a spasso il nostro cane.

Stiamo sicuri che se i bisogni primari di un cane che ho evidenziato sopra vengono assolti, allora il nostro amico peloso si trova in uno stato di benessere, sia somatico, che psichico, e – in questo  modo – la convivenza tra cane-uomo diventa meno complicata e più appagante! Per entrambi ovviamente!

Spero vivamente che questo articolo sia risultato non solo interessante, ma anche utile e che soprattutto abbia stimolato riflessioni sulle nostre capacità di soddisfare i bisogni del nostro cane.  Sappiate che da oggi non siete più soli, perché per qualunque domanda o dubbio sarò a vostra completa disposizione!

Alla prossima settimana con un’altra tappa del nostro viaggio all’interno di Animali Amici!

Annalisa Ferrario

annalisaferrario@yahoo.it

www.facebook.com/etologa82

www.logosnews.it/annalisaferrario

 

 

 

Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi