Gran bel colpo di Trecate: arrivano 658mila euro dal PNRR per la digitalizzazione

138

TRECATE  ‍Ammontano complessivamente a 658.111 euro i finanziamenti che la Città di Trecate ha ottenuto attraverso il Piano nazionale di ripresa e resilienza partecipando a specifici bandi riguardanti la digitalizzazione dei servizi della Pubblica Amministrazione.

< <Il Ministero per l’Innovazione tecnologica e transizione digitale – ricordano il sindaco Federico Binatti e il consigliere incaricato all’Informatizzazione e Servizi online, Progetti europei, Ricerca bandi e finanziamenti Mattia Felicetta –all’interno del progetto di rilancio economico “Italia domani” del Pnrr finanziato da “Next Generation Eu”,ha promosso il piano strategico “Italia digitale 2026” per investimenti destinati, appunto, alla digitalizzazione del Paese. Con la propria candidatura, avanzata negli scorsi mesi, la Città di Trecate ha richiesto le risorse per avviare il processo di transizione digitale, iniziativache ci consentirà di migliorare la qualità dei servizi al cittadino e la sicurezza del patrimonio digitale dell’Ente. Obiettivo che è stato centrato: i fondi ottenuti ci consentiranno di modernizzare e adeguare il nostro sistema alle esigenze di una città che ha superato i ventimila abitanti e il cui trend demografico è, negli ultimi anni, in costante crescita. Si tratta di un risultato davvero molto importante, raggiunto grazie ai nostri Uffici, che ringraziamo per la disponibilità, la precisione e la competenza con le quali hanno istruito tutte le pratiche riguardanti i bandi ai quali abbiamo partecipato e per i quali abbiamo ottenuto i finanziamenti. La modernizzazione dell’Ente sul piano dei servizi digitali è strategica: l’Amministrazione – aggiungono il sindaco e il consigliere – ha del resto puntato su uno specifico incarico consiliare in questo senso per individuare opportunità e risorse a favore degli Enti pubblici, una scelta che, anche alla luce delle difficoltà economiche nelle quali versano i Comuni negli ultimi anni, si dimostra più che necessaria, oltre che, in questo caso, particolarmente fruttuosa>>.

POTENZIAMENTO E IMPLEMENTAZIONE SERVIZI CLOUD
Nello specifico con 252.118 euro sarà finanziata < <l’implementazione di un programma di supporto e incentivo per migrare sistemi, dati e applicazioni delle Pubbliche Amministrazioni locali verso servizi cloud qualificati:l’adozione del cloud da parte della Pubblica Amministrazione – spiega Felicetta – migliora la qualità dei servizi erogati e la sicurezza di servizi e processi e abilita il settore pubblico ad offrire servizi efficaci per cittadini ed imprese oltre che per i dipendenti della stessa PA, consentendo all’Amministrazione di beneficiare di risparmi significativi da reinvestire nello sviluppo di nuovi servizi, maggiore trasparenza sui costi e sull’utilizzo dei servizi, agilità e scalabilità nella gestione delle infrastrutture. Tra l’altro la migrazione al cloud prevede un miglioramento dell’efficienza energetica delle infrastrutture e una maggiore sostenibilità ambientale grazie alla dismissione dei data center meno efficienti>>.

ESPERIENZA E SERVIZI PUBBLICI DIGITALI
280.932 euro verranno invece destinati < <al miglioramento, a favore del cittadino, dell’esperienza dei servizi pubblici digitali, adottando – dettaglia il consigliere – modelli collaudati e riutilizzabili per la creazione di siti internet e l’erogazione di servizi pubblici digitali, garantendo al cittadinoun uso semplice, efficace, trasparente e accessibile, con risparmio di risorse e automatizzazione e riuso di soluzioni già collaudate da parte dell’Ente>>.

ADOZIONE PAGOPA E APP IO
La Città di Trecate ha presentato e ottenuto finanziamenti pari a 111.061 euro per progetti che riguardano servizi come < <una rapida adozione di pagoPA, piattaforma digitale per i pagamenti verso le Pubbliche Amministrazioni, e app IO, principale punto di contatto tra Enti e cittadini per la fruizione dei servizi pubblici digitali.pagoPA – dice in proposito il consigliere – consente alle Pubbliche Amministrazioni di gestire gli incassi in modo centralizzato ed efficiente, offrendo sistemi automatici di rendicontazione e riconciliazione con un significativo risparmio in termini di risorse, tempi e costi e assicurando un servizio migliore ai cittadini. L’app IO consente invece alle Pubbliche Amministrazioni di raccogliere tutti i servizi, le comunicazioni e i relativi documenti in un unico luogo, semplificando, velocizzando e garantendo sicurezza rapido e sicuro l’interfaccia con il cittadino>>.
IDENTITA’ DIGITALE, CARTA D’IDENTITA’ ELETTRONICA E ANAGRAFE NAZIONALE RESIDENTI
14.000 euro saranno infine destinati all’adozione dell’identità digitale(Sistema pubblico di Identità digitale e Carta d’identità elettronica) e dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente. < <Questo specifico progetto consentirà alla Città di Trecatedi abbandonare i diversi sistemi di autenticazione gestiti localmente. Ciò si traduce nel risparmio di risorse in termini di lavoro e costo necessari per il rilascio e la manutenzione delle credenziali. Viene inoltre garantito un accesso sicuro, veloce e omogeneo ai servizi online su tutto il territorio nazionale. Con l’Anagrafe nazionale della popolazione residentele Amministrazioni potranno dialogare in maniera efficiente tra di loro, con un unico punto di riferimento di dati e informazioni anagrafiche, dal quale poter reperire dati certi e sicuri per erogare servizi integrati e più efficienti per i cittadini. Per la Pubblica Amministrazione – sottolinea il Felicetta – significa guadagnare in efficienza superando le precedenti frammentazioni, ottimizzare le risorse, semplificare e automatizzare le operazioni relative ai servizi anagrafici, consultare o estrarre dati, monitorare le attività ed effettuare analisi e statistiche>>.

PROGETTO PIATTAFORMA NOTIFICHE DIGITALI E ATTI PUBBLICI
Sarà presentato nei prossimi giorni un ulteriore progetto per la digitalizzazione < <degli avvisi pubblici per lo sviluppo e l’implementazione della piattaforma notifiche digitali degli atti pubblici, infrastruttura che le Pubbliche Amministrazioni utilizzeranno per la notificazione di atti amministrativi a valore legale verso persone fisiche e giuridiche, contribuendo ad una riduzione di costi e tempo per cittadini ed Enti.Il nostro augurio – concludono il sindaco e il consigliere – è quello di centrare anche questo obiettivo di finanziamento, che consentirà ai nostri Uffici di accedere a un sistema di notifica digitale, abbattendo le spese vive legate all’attuale processo di notifica con stampa cartacea e spedizione degli atti, anche in caso di inadempimento da parte del cittadino. La certezza delle notifiche, inoltre, consentirà di ridurre una cospicua parte del contenzioso e i relativi costi di gestione>>.

Articolo precedenteOspedale Abbiategrasso, Pd e opposizioni all’attacco: ‘Nessun fondo impianti per il Cantù’
Articolo successivoRegione Lombardia, 716mila euro per le aree naturali