Gli ‘Amici della Musica’ di Turbigo presentano la 29 esima stagione

    61

    TURBIGO – Al via sabato 25 febbraio la 29a edizione della stagione musicale organizzata dagli Amici della Musica di Turbigo a conferma della nostra presenza sul territorio e che attira spettatori in splendide cornici di luoghi.  Una stagione fedele alla nostra tradizione con tre appuntamenti in un percorso eterogeneo, dal sacro allo strumentale, tra capolavori della musica colta e popolare, omaggi a grandi artisti del passato, offrendo accostamenti inediti e originali sfide.  Nei vari luoghi che faranno da cornice ai concerti si avvicenderanno nomi importanti e noti nel panorama nazionale e internazionale.

     

    • Sabato 25 febbraio, Auditorium Comunale di Turbigo (Mi), Concerto di quattro fisarmoniche.

      Si parte con una formazione tanto bizzarra quanto affascinante. La fisarmonica, strumento che ha avuto la sua maggior diffusione in Italia sia nell’ambito costruttivo sia in quello artistico e una crescita a livello di repertorio come strumento che può affrontare un repertorio di musica colta, popolare o folk. Il ‘Quartetto Aires’ nasce dalla volontà di quattro giovani fisarmonicisti veneti di esplorare le potenzialità timbrico-espressive della fisarmonica attraverso la musica d’insieme. Il repertorio affrontato comprende sia trascrizioni tratte dal repertorio classico e barocco, sia brani originali scritti appositamente per questo ensemble sia brani virtuosistici  Nonostante la recente formazione, il Quartetto Aires ha già avuto modo di esibirsi in prestigiosi contesti, riscuotendo ampi consensi del pubblico (uno tra questi il palco di EXPO Milano 2015).

    • I componenti del quartetto: Alessandro Ambrosi, Alex Modolo, Mauro Scaggiante e Federico Zugno.

     

    • Mercoledi 12 aprile, Basilica Beata Vergine Assunta di Turbigo (Mi), nel corso del cammino quaresimale e nella grandezza del Mistero Pasquale, lo Stabat Mater di Boccherini, per due voci femminili, un tenore ed archi, ancora oggi uno dei pezzi sacri di tale considerazione da essere annoverato tra i capolavori di Boccherini e che merita l’accostamento allo Stabat Mater di Pergolesi modello assoluto del genere nel seconda metà del Settecento. Sarà interpretato dal soprano Maria Grazia Nobili, dal mezzosoprano Gloria Gazzola, dal tenore Matteo Falcier (che sarà Alfredo nella Traviata al San Carlo di Napoli prossimamente) e dal prestigioso Quartetto Harmonium. All’organo il Maestro Paolo Beretta.

     

    • Sabato 6 maggio, Centrale G.D.Orlandi di Galliate (No), Sala del Parco del Ticino, Concerto del ricordo, con la proposta di brani di Mozart, Vivaldi, Mascagni, Massenet, Saint Saens e sino alle colonne sonore di Ennio Morricone, come “Mission”.

    Protagonista un’interprete d’eccezione, che ritorna per noi dopo il grande successo dell’anno scorso, il Quartetto d’archi di Milano con l’aggiunta di Federica Sainaghi all’arpa. Il quartetto d’archi di Milano è un ensemble i cui componenti provengono dall’Orchestra del Teatro alla Scala e che hanno deciso di unire e mettere a frutto in campo cameristico la loro lunga esperienza orchestrale. A presentare i brani musicali in modo vivace e didascalico il primo violino Fulvio Liviabellacon spiegazione prima di eseguirli.

    Il concerto intende commemorare e ricordare i nostri Amici scomparsi, che ci accompagnavano con amicizia negli anni di sempre e seguivano con passione e cuore le iniziative degli Amici della Musica di Turbigo.

     

    • storia-21L’ingresso al concerto di mercoledi 12 aprile è libero ad offerta volontaria. Sabato 25 febbraio e 6 maggio sono invece con ingresso a pagamento: intero 12 €, ridotto 10 €.I posti nei luoghi dei concerti sono limitati e sino ad esaurimento ed è consigliabile la prenotazione in tempo utile.
    Articolo precedenteElezioni, ‘patto di san Valentino’: Cambiamo Abbiategrasso e Abbiategrasso Bene Comune promessi sposi?
    Articolo successivoMagenta: al via le iscrizioni per il soggiorno climatico di marzo a Loano