Giro d’Italia di handbike: conto alla rovescia

    84

    MAGENTA – Grande partenza da Magenta del Giro d’Italia di handbike 2017. Appuntamento domenica 26 marzo con l’ottava edizione di questa manifestazione nazionale leader in Italia e in Europa e seconda solo al Giro d’Italia di ciclismo. ‘E proprio l’entusiasmo e il successo per il passaggio della Carovana pubblicitaria lo scorso mese di maggio che ha colorato di rosa la nostra Città ci hanno spinti a candidare Magenta per il Giro di handbike. La candidatura non solo è stata accolta dal Comitato Organizzatore, ma è stato deciso di far partire proprio da qui la manifestazione che è composta da otto tappe attraverso alcune belle città italiane per concludersi a Verona’, ha spiegato il sindaco Marco Invernizzi nel corso della conferenza stampa tenutasi oggi presso il Comune di Magenta e alla presenza degli sponsor che hanno reso possibile sostenere i costi di questo evento e dei volontari e delle associazioni che con l’Amministrazione stanno collaborando per realizzare al meglio l’iniziativa e alcuni eventi correlati. ‘Un evento sportivo e sociale di grande rilevanza – ha commentato il vicesindaco Paolo Razzano – che ha per protagonisti donne e uomini straordinari che sono per tutti esempio di vita; abbiamo fortemente voluto portare a Magenta il Giro di handbike che siamo riusciti a sostenere grazie alla generosità degli sponsor che ci consentono di coprire le spese organizzative’. Ecco i sostenitori locali del Giro d’Italia di handbike: main sponsor Gencantieri, sponsor Farmacia Cattaneo, McDonald’s Magenta e Cicli Battistella, sponsor tecnico Iper. Con l’Amministrazione collaborano anche ConfCommercio Magenta per l’animazione delle vie per tutto il weekend e il Circolo Culturale Sardo ‘Grazia Deledda’ che gestirà il pasta party che si terrà in Tensostruttura dopo la gara e prima delle premiazioni finali. ‘Ringraziamo anche le tante associazioni cittadine e del territorio che ci metteranno a disposizione un gran numero di volontari che aiuteranno la Polizia Locale e il personale comunale a presidiare il percorso che si snoda totalmente su un circuito cittadino di 5 km con partenza e arrivo in Strada per Robecco’, è intervenuta l’assessore Marzia Bastianello che ha aggiunto “ancora una volta Magenta si dimostra una città viva, attiva e propositiva e saprà accogliere questo grande appuntamento che coniuga lo sport ai valori d’integrazione, emancipazione sociale, abbattimento delle barriere che si oppongono alle pari opportunità e dignità’. In conferenza stampa, a rappresentare tutto il Comitato Organizzatore nazionale, il Presidente del Giro d’Italia di handbike Walter Ferrari, insieme all’ideatore Andrea Leoni, che è così intervenuto “Una manifestazione che procede Ininterrottamente da 8 anni e che si rinnova costantemente sapendo mantenere alta l’attenzione e l’interesse di atleti, addetti ai lavori e non solo. Ero presente lo scorso anno quando la Carovana del Giro d’Italia era transitata in Città: Magenta è stata forse la tappa più divertente e affollata. Per questo, quando abbiamo ricevuto la candidatura, l’abbiamo accolta con favore assegnando alla vostra Città l’apertura del Giro che si concluderà a ottobre”.

    Di seguito il programma del weekend del 25 e 26 marzo:
    Domenica 26 marzo
    dalle ore 9.00, Piazza Mercato: ritrovo degli atleti. Ampio parcheggio e apertura bar in Tensostruttura per tutti
    dalle 10.00 alle 10.20, Tensostruttura: esibizione della Fanfara Bersaglieri “Nino Garavaglia” per accogliere gli atleti
    ore 11.00, Strada per Robecco – altezza Via Murri: partenza della Giro d’Italia di handbike
    ore 13.30 Pasta Party per atleti e volontari. Aperto a tutti, a pagamento. A cura del Circolo Sardo Grazia Deledda
    a seguire, Grande Festa Finale con l’esibizione della ‘OOO Band’ dell’associazione La Quercia e premiazioni degli atleti
    Per tutta la mattina Villaggio Commerciale in Via Garibaldi

    Sabato 25 marzo, Piazza Liberazione
    Eventi correlati. Villaggio commerciale, intrattenimento per bambini, esposizione di bici d’epoca

    Articolo precedenteBià: il 22 marzo la Giornata Mondiale dell’Acqua
    Articolo successivoComitato di Pontenuovo: “Non ci hanno ascoltati. Scatta la protesta contro la Giunta”