Giorno del Ricordo/2, Cisliano intitola una via a Norma Cossetto

    76

     

    CISLIANO – Anche a Cisliano, ieri, si è celebrato il Giorno del Ricordo. Con una novità e una coraggiosa decisione: l’Amministrazione del sindaco Luca Durè ha intitolato una via a Norma Cossetto. Di seguito l’intervento del consigliere comunale Andrea Reversi, esponente di Fratelli d’Italia.

    “Oggi, come ogni 10 febbraio, si celebra il Giorno del Ricordo, la ricorrenza civile istituita solo nel 2004 per ricordare la tragedia delle migliaia di italiani vittime delle foibe, l’esodo dalle loro terre di centinaia di migliaia di istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e in generale la più complessa vicenda del confine orientale.

    Una pagina della storia della nostra Nazione per troppi anni cancellata dai libri di storia che, ancora oggi, viene minimizzata, negata, o addirittura giustificata, da troppi.
    In un paese, l’Italia, nel quale sono ancora troppe le vie e le piazze dedicate all’infoibatore Tito, da oggi possiamo annoverare, anche a Cisliano, un’altra via dedicata a Norma Cossetto, una semplice studentessa italiana diventata simbolo delle violenze perpetrate dai partigiani comunisti. Una ragazza arrestata, ripetutamente seviziata e violentata dai suoi carcerieri e poi barbaramente gettata in una foiba per la semplice colpa di non aver voluto rinnegare la propria Patria e per non aver accettato di unirsi al movimento partigiano.
    Una via per ricordare una storia che per quasi settant’anni si è cercato di cancellare, ma alla quale oggi apponiamo un tassello in più affinché non possa essere dimenticata.
    Un ringraziamento particolare al Sindaco e alla giunta, e più in generale a tutta l’amministrazione, per aver avuto il coraggio di intitolare questa nuova via a Norma Cossetto.
    W l’Italia, onore ai martiri delle foibe”.
    Articolo precedenteGiorno del Ricordo/1, le celebrazioni di Parabiago
    Articolo successivoTrivelli (Regione Lombardia): ‘Vaccinare tutti in 3 mesi? Bloccherebbe il Covid, ma sarà dura’