Economia/LavoroNews

Giornate FAI/2: record di visitatori anche al Museo Fratelli Cozzi di Legnano

Ad accogliere il pubblico gli #ApprendistiCiceroni dell'Itis Maggiolini di Parabiago e del Dell'Acqua di Legnano

LEGNANO – Il Museo Fratelli Cozzi, annoverato tra i beni aperti in occasione delle #GiornateFai, ha registrato un record di affluenze che ci rende orgogliosi e ci spinge a continuare nel nostro percorso di divulgazione della cultura Made In Italy. 1.277 visitatori in 15 ore di apertura, distribuite tra sabato 23 e domenica 24 marzo, un numero importante che supera la media nazionale (770.000 visitatori distribuiti in 1.100 beni aperti per una media di 770 persona).
Il pubblico è stato accolto dagli #ApprendistiCiceroni, ovvero gli studenti dell’Istituto Tecnico Maggiolini di Parabiago e dall’Istituto Carlo dell’Acqua di Legnano, rappresentato dalla classe 4° A TUR. Gli studenti hanno raccontato la bellezza delle Alfa Romeo collezionate da Pietro Cozzi a partire dal 1950, sapendone interpretare il contesto storico, sociale ed economico locale e nazionale. Tante generazioni, molti appassionati di auto e numerosi amanti del design hanno seguito con attenzione l’itinerario proposto dagli studenti, lasciando recensioni positive dell’esperienza di visita: “Qui non si raccontano solo storie di autovetture,ma nel suo piccolo il Museo Fratelli Cozzi racconta uno spaccato della storia del nostro paese dai primi del 900 fino ad oggi”.
Un ringraziamento speciale va’ a tutti i volontari FAI che hanno sapientemente gestito l’evento con grande competenza, coordinati da Silvana Belloni Capo Delegazione FAI Milano Nord Ovest, alla quale va’ il ringraziamento per aver scelto il Museo come bene da valorizzare nell’ambito delle Giornate di Primavera e per il suo straordinario contributo personale.

Un momento di grande intensità è stato vissuto dai Soci e Amici del FAI in occasione del concerto della fisarmonicista classica Lucia Picozzi, tenutosi sabato 23. Passando dalla narrazione all’emozione, Lucia ci ha accompagnati in un percorso folkloristico che ha attraversato confini, appartenenze e tradizioni. Non sono mancate le lacrime sul volto di molti presenti commossi che hanno salutato con fragorosi applausi la meravigliosa performance.
Le Giornate di Primavera del FAI , sono state un evento mediatico importante che ha permesso di conoscere il nostro territorio a livello nazionale, grazie anche al sostegno della RAI che divulgato in molte trasmissioni l’iniziativa come, per citarne alcune: Uno Mattina, Storie Italiane, La Prova del cuoco, Linea Verde L’Eredità,Porta a Porta, I Fatti Vostri, Made in Sud, Detto Fatto, Geo, Kilimangiaro oltre all’approfondimento dedicato da TGR Speciale Ambiente Italia.
*Ricordiamo che fino al 31 marzo è possibile sostenere il FAI aderendo alla campagna #tuchepuoifai donando con un sms al 45584

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL MUSEO FRATELLI COZZI IN PILLOLE

Il Museo accoglie oltre 50 Alfa Romeo corredate dalle grafiche originali e materiali unici. In uno spazio essenziale nella forma ed esclusivo nei dettagli, brillano le carrozzerie multicolori di un marchio icona del Made in Italy. La collezione è composta da un esemplare per ogni modello prodotto da Alfa Romeo, dal 1950 ai giorni nostri, scelto tra l’allestimento più performante o interessante ai fini del collezionismo. Due i pezzi unici al mondo.
Insieme alle auto, vengono conservati oltre 300 poster e centinaia di fotografie, libri e riviste, depliant e libretti d’uso, trofei dedicati ai piloti (disegnati dai grandi artisti del ‘900 tra cui: Lucio Fontana, Giò Pomodoro, Agenore Fabbri, Bruno Munari…) ,oggetti d’arte e numerosi altri reperti.
Le automobili esposte, suddivise in berline, coupé e spider, rappresentano un patrimonio importante per la storia dell’automobile italiana e i documenti conservati nel Cozzi.Lab testimoniano il percorso commerciale, le tecniche di vendita e marketing dell’azienda che le ha vendute. https://www.fondoambiente.it/luoghi/museo-fratelli-cozzi

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi