News

Gelli suona la sveglia al Sindaco Invernizzi: “E’ finita la ricreazione!”

MAGENTA – “Da oggi l’opposizione della Lega Nord sarà più dura, intransigente. Abbiamo voluto dare credito a quest’Amministrazione ma ora la ricreazione è finita”. Simone Gelli, capogruppo del Carroccio magentino, è categorico. Ieri sera, ha convocato una conferenza stampa urgente per fare il punto su alcuni punti dell’Amministrazione Invernizzi che, a suo dire, non vanno proprio.
“Il Sindaco la smetta di piangere e di lamentarsi – questo l’incipit leghista – smacchi il giaguaro, per dirla con il suo capo, e inizi a lavorare”. Gelli è partito dal tema bilancio: “Mi fa quanto meno piacere di sentire dalla voce del Sindaco che mancano 2 milioni e rotti di euro dalle casse del  bilancio. Noi l’avevamo detto in campagna elettorale l’anno scorso, ora ne ha preso coscienza anche lui”. Ma a destare preoccupazione è un altro argomento , ovvero, la legittimità dell’attuale Collegio dei revisori dei conti.
“Pare che sulla questione – sottolinea Gelli – il Prefetto abbia scritto alla nostra Amministrazione, noi vorremmo per un discorso di trasparenza, esser informati sui fatti”.
La vicenda nascerebbe dalla nuova normativa in materia, in base alla quale i revisori dei conti non si eleggerebbero direttamente con votazione del Consiglio comunale, bensì sarebbero individuati all’interno di un albo provinciale.
Il contesto, però, non è molto chiaro dato che per il “caso” Magenta, pare ci si muova ancora in regime di “prorogatio” rispetto al vecchio collegio rinnovato.
“Non ne voglio fare una speculazione politica – chiarisce Gelli che aveva la delega al bilancio nell’Amministrazione Del Gobbo – è pur vero, però, che serve un chiarimento. Dobbiamo capire se i nostri revisori siano legittimati ad agire e, di riflesso, se gli atti da loro controfirmati abbiano una piena valenza”.
Sempre in tema di Bilancio Gelli pretende chiarezza per ciò che riguarda quello che qualcuno ha già definito un vero e proprio nuovo ‘mostro’ in ambito di tassazione: ossia la TARES.
“Faremo la fine delle aliquote IMU? Ho il presentimento che sul fronte TARES ci troveremo di nuovo a pagare il massimo dell’aliquota”.
E Gelli in quest’ottica si fa portavoce dei timori soprattutto di commercianti, artigiani e piccoli imprenditori.
“Con la TARES rispetto a quanto pagavamo con la TARSU sono previsti aumenti di 30,40 centesimi al metro quadro. Vi lascio, quindi, immaginare che tipo di salasso troveremo a pagarci”.
La chiosa di Gelli rispetto al capitolo Bilancio guarda alle Commissioni – ma qui c’è anche il discorso della Commissione Urbanistica – per la cui costituzione si è votato in Consiglio Comunale tre mesi or sono.
“Abbiamo votato per il regolamento ma ad oggi non c’è stata ancora una convocazione, né tanto meno, sappiamo chi saranno i loro componenti. Anche qui – ironizza Gelli – occorre darsi una svegliata”.
L’ultima puntualizzazione è sui servizi a domanda individuale, a cominciare dal bus navetta per le Frazioni.
“Tra i cittadini c’è molto disorientamento. Sta passando la linea che con aprile le corse per Pontenuovo e Pontevecchio saranno cancellate. Il Sindaco riferisca al più presto in Consiglio comunale”.
FV

Vedi Altro

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi