CronacaNews

Furti in chiesa e nelle case parrocchiali a Rho, Magenta e Nerviano, Cecchetti scatenato

“Gesti infami, serve più sicurezza per parroci e fedeli” Presentata interrogazione in Regione

RHO – “E’ infame rubare i soldi destinati ai bisognosi nelle Chiese e nelle case dei parroci: occorre assolutamente fermare questi ladri che sotto Natale approfittano del buon cuore della gente e in alcuni casi arrivano addirittura ad aggredire i preti. A questo punto è necessario che anche i nostri luoghi di culto siano sottoposti a una maggiore sorveglianza da parte delle forze dell’ordine” è quanto commenta Fabrizio Cecchetti, Vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia, che ha presentato un’interrogazione alla Giunta regionale dopo una serie di furti commessi nelle parrocchie e nelle canoniche di Rho, Magenta (nella foto sotto) e Nerviano. In quest’ultimo caso nei confronti del parroco don Claudio Colombo c’è stata anche un’aggressione che ha portato alla rottura del setto nasale.

Tutta la mia solidarietà – continua Cecchetti – al don di Nerviano Claudio Colombo, picchiato dai malviventi, e agli altri parroci che hanno subito furti.” Il vicepresidente del Consiglio regionale Cecchetti aveva già affrontato questa problematica nel maggio scorso chiedendo interventi in occasione di episodi analoghi avvenuti a Settimo Milanese (Mi).

 “Fa rabbia – continua Cecchetti – sapere che quest’ondata di criminalità colpisce i luoghi sacri e la beneficenza destinata ai più poveri e bisognosi, per questo chiedo che la Regione si muova al fianco dei comuni, delle Forze dell’ordine e delle altre istituzioni affinché venga garantito il giusto rispetto dei luoghi di preghiera e la sicurezza dei parroci e dei fedeli.”

Tag
Vedi Altro

Redazione

Redazione Ticino Notizie

Potrebbe Interessarti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi