Fuoriporta: Sollima e Lintu in Largo Mahler per la fine dell’Ottocento europeo con Dvořák e Stravinskij

71
Auditorium LaVerdi, Giovanni Sollima
il violoncellista Giovanni Sollima

MILANO – La Stagione de la Verdi giunge alla sua fine concludendo il percorso attorno all’Ottocento europeo attraverso due capolavori paradigmatici e, a loro modo, rivoluzionari: da un lato Dvořák che, con il suo celebre Concerto per violoncello mescola le tradizioni del vecchio continente con nuove suggestioni americane distruggendo così le barriere dell’Europa musicale; dall’altro “Le Sacre du Printemps” di Stravinskij, pietra miliare della storia che annienta la tradizione passata sancendo prepotentemente l’avvento del Novecento.

Un passaggio di consegne affidato all’archetto teso e sperimentale di Giovanni Sollima ed alla bacchetta di Hannu Lintu, per un finale speciale già carico delle promesse della stagione 2019/20.

DATE DISPONIBILI: Giovedì 13 h 20:30 Venerdì 14 h 20 e domenica 16 Auditorium Largo Mahler -Hannu Lintugiugno h 16

BIGLIETTI A PARTIRE DA €16http://www.laverdi.org/it/events/2018%20-%202019/dvorak-e-stravinskij

Conferenza prima del concerto
Auditorium di Milano – Foyer della balconata / In collaborazione con l’Associazione Italia Russia
giovedì 13 giugno2019 ore 18.00 Ingresso libero
Lo scandalo del Sacre – Relatori Fausto Malcovati e Matteo Marni

Programma:
Antonin Dvořàk, Concerto per violoncello e orchestra in Si minore op. 104
Igor Stravinskij, “Le Sacre du Printemps” (La sagra della primavera)
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Violoncello, Giovanni Sollima
Direttore, Hannu Lintu
Articolo precedenteParabiago: sabato sera torna la Notte Bianca dello Sport
Articolo successivoAbbiategrasso, karate: Arianna Bianchi sfiora il podio agli Assoluti