Economia/LavoroTerritorio

Fotovoltaico, le pmi associate a CONFAPI INDUSTRIA ricorrono al Tar

MILANO – Stanche di “essere il bancomat dello stato” e di combattere contro l’incertezza della normativa, le pmi di CONFAPI INDUSTRIA hanno deciso di intraprendere una nuova battaglia: il ricorso avanti al TAR ai fini dell’annullamento di quanto definito dal “taglia – incentivi”. PMI Energy Srl, la realtà dedicata all’energia dell’associazione delle piccole e medie imprese manifatturiere e di servizio alla produzione raccoglierà, entro il 24 novembre, le adesioni per l’iniziativa legale collettiva. L’obiettivo, è infatti, quello di tutelare i diritti acquisiti dalle imprese che abbiano realizzato impianti fotovoltaici con potenza superiore ai 200 KW e godano di forme di incentivazione in “Conto Energia”, che si vedono oggi decurtare parte dell’incentivo secondo quanto stabilito dalla Legge 116 del 11/8/2014 (legge di conversione del D.L. “Competitività” 91/2014).

«Basta incertezza sugli investimenti fatti – spiega il presidente di CONFAPI INDUSTRIA Paolo Galassi –. Ricorrono, infatti, i presupposti perl’impugnazione avanti al TAR laddove verrà vagliata la violazione della certezza di un diritto acquisito, sopratutto per gli investimenti che hanno interessato le imprese e del grave pregiudizio e danno che le stesse affronterebbero in conseguenza all’applicazione di tale provvedimento, già peraltro “esplorato” dalla Consulta per presunti profili di incostituzionalità».

 

 

Related Articles

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi