Fondazione Ticino Olona e Comuni Alto Milanese insieme per l’Ucraina

227
A woman holds a baby as Ukrainian citizens arrive at the Medyka pedestrian border crossing fleeing the conflict in their country, in eastern Poland on February 27, 2022. - As Ukraine braces for a feared Russian invasion, its EU member neighbours are making preparations for a possible influx of hundreds of thousands or even millions of refugees fleeing military action. (Photo by Wojtek RADWANSKI / AFP)

Quando l’unione rende più forti

ALTO MILNESE /CASTANO PRIMO – La Conferenza dei Sindaci dell’Alto Milanese e la Fondazione Comunitaria Ticino Olona hanno unito le loro forze: la Conferenza, grazie alla generosità dei cittadini dei 22 comuni del comprensorio, ha raccolto oltre 27 mila euro per aiutare i profughi e la Fondazione, grazie al contributo di Cariplo, ha raddoppiato la cifra. Così è stato appena pubblicato un nuovo bando, il 2022/5, in partnership tra i due enti, di 55.000 euro per sostenere l’impegno che gli Enti del Terzo Settore stanno compiendo per accogliere ed assistere quanti, fuggendo dalle atrocità di un conflitto ingiustificabile, si ritrovano in uno dei 22 comuni dell’Alto Milanese.

Il Sindaco Giuseppe Pignatiello, presidente della Conferenza, così racconta l’esperienza:
“Certamente un momento e un percorso importante a dimostrazione che se si uniscono le
forze i risultati possono essere e sono significativi. Essere vicini e dare sostegno a quelle
realtà del Terzo Settore che sono impegnate costantemente ad aiutare chi si trova in
situazioni di difficoltà e criticità è fondamentale e prioritario. E in questa direzione, quindi,
va appunto tale iniziativa”.
Da parte sua il presidente della Fondazione, Salvatore Forte, esprime la propria
soddisfazione per l’operazione avviata. “Per la verità – aggiunge – molto meglio sarebbe
stato se non avessimo avuto bisogno di ricorrere a operazioni simili, avrebbe voluto dire
che non c’era guerra in atto. Ma al di là della situazione specifica, la metodologia di
progettare insieme, di unire le proprie forze per meglio raggiungere uno scopo, è forse
l’arma vincente per l’immediato e il futuro. Non solo la guerra in Ucraina, l’aumento della
povertà assoluta e la lotta alla pandemia non ancora finita costituiscono tre gravi
vulnerabilità di dimensione globale e che richiedono appunto che tutte le energie in campo
si uniscano per affrontare al meglio, e magari in forma definitiva, le emergenze che di volta
in volta si presentano. Sul nostro territorio è da qualche anno che si sta sperimentando la
collaborazione tra pubblico e privato sociale e molti passi in avanti sono stati fatti e credo
che a brevissimo potremo informare di un nuovo progetto a contrasto della povertà che
riguarderà l’intero territorio del Ticino Olona”.
La Conferenza e la Fondazione presenteranno l’iniziativa martedì 12 luglio p.v., alle ore 21:00, presso il cortile del Castello Visconteo di Legnano in occasione di un evento del festival “Donne In*Canto”, dedicato proprio alla Fondazione Ticino Olona.

 

Il regolamento del bando e la modulistica necessaria per richiedere il contributo sono
scaricabili all’indirizzo web www.fondazioneticinoolona.it/bandi-4/ (Bando 2022/5 “Un
aiuto per i rifugiati – Alto Milanese).
Inoltre ci si potrà rivolgere all’ufficio di segreteria della Fondazione:
Via Monsignor Gilardelli, 21 – 20025 Legnano (MI)
Lun. / Ven. – 8:30 / 14:00
Tel.: 0331 442461
E-mail: info@fondazioneticinoolona.it

Articolo precedente+++ Furti in abitazione a Nosate, denunciate quattro persone dalla Polizia locale +++
Articolo successivoRugby Parabiago: polo di sviluppo nazionale per gli under 17-18