‘Foiba rossa’, il NIET delle scuole di Vanzaghello arriva in Parlamento: interrogazione di Paola Frassinetti (FDI)

    9

     

    VANZAGHELLO –  Vi abbiamo parlato diffusamente di quanto accaduto a Vanzaghello, dove in occasione del Giorno del Ricordo la direzione didattica della scuola De Gasperi ha IMPEDITO che il Comune di Arconte Gatti distribuisse il fumetto sulla storia di Norma Cossetto (giovane italiana violentata e uccisa dai partigiani titini) alle classi. Un diniego che ha fatto discutere e che ora arriva in Parlamento grazie all’interrogazione presentata al neo ministro dell’Istruzione dall’onorevole Paola Frassinetti di Fratelli d’Italia, responsabile nazionale istruzione del partito di Giorgia Meloni. 

    Ecco il testo integrale.

    Alla c.a.
    Patrizio Bianchi
    Ministro dell’Istruzione

    Premesso che la legge 30 marzo 2004 n. 92 vuole conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

    Considerato che al comma 2 dell’articolo 1 la norma dispone che “Nella giornata di cui al comma 1 sono previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado. È altresì favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende. Tali iniziative sono, inoltre, volte a valorizzare il patrimonio culturale, storico, letterario e artistico degli italiani dell’Istria, di Fiume e delle coste dalmate, in particolare ponendo in rilievo il contributo degli stessi, negli anni trascorsi e negli anni presenti, allo sviluppo sociale e culturale del territorio della costa nord-orientale adriatica ed altresì a preservare le tradizioni delle comunità istriano-dalmate residenti nel territorio nazionale e all’estero”.

    Appreso che a Vanzaghello la celebrazione della ricorrenza del Giorno del Ricordo non ha avuto luogo a causa della decisione del dirigente scolastico, Domenico Pirrotta, che ha vietato la distribuzione del fumetto “Foiba rossa”, che ripropone per immagini la tragica vicenda di Norma Cossetto, nelle classi della scuola media dell’istituto “De Gasperi”;

    Considerato che secondo il preside Pirrotta: “Quel fumetto è stato consegnato dalla bibliotecaria di Vanzaghello a una docente del nostro plesso ed i docenti l’hanno letto per valutarlo e hanno deciso che non è adatto per ragazzi di quell’età”.

    Verificato che il blocco della distribuzione del materiale commemorativo del Giornk del Ricordo è avvenuto in realtà dopo che il dirigente scolastico ha parlato con l’Anpi, che per prima aveva chiesto di vietarne la diffusione anche all’Amministrazione comunale nella persona dell’assessore alla Pubblica istruzione.

    Ricordato che il clima di negazionismo e di riduzionismo della tragedia delle Foibe e dell’Esodo è stato contestato duramente anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della commemorazione del 10 febbraio 2021;

    Si interroga il Ministro

    Sulla necessità di garantire l’applicazione della legge 94 del 2004 consentendo la distribuzione della graphic-novel “Foiba rossa. Norma Cossetto, storia di un’italiana” ai ragazzi delle classi terze della scuola secondaria di primo grado di Vanzaghello e delle scuole in cui, anche in futuro, venisse proposto.

    Onorevole Paola Frassinetti

     

    Articolo precedente‘++Ristori, il messaggio del ‘giorgettiano’ Guidesi al Governo: ‘Se cambiano, ci siamo’
    Articolo successivoLe ricette di Laura – Gnocco fritto (a go go…)